firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
polizia

Armi e associazione eversiva, dodici indagati nell'estrema destra. Perquisizioni in corso

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Operazione contro un'associazione a delinquere di estrema destra della Polizia di Stato di Firenze e Siena, coordinata Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Firenze nei confronti di dodici persone.

 

Secondo quanto appreso si tratta di tutti appartenenti agli ambienti dell’estremismo di destra, che sono indagati per detenzione abusiva di armi correlata alla costituzione di un’associazione con finalità eversiva.

 

Dall’alba, gli agenti della Digos delle Questura di Firenze, in collaborazione con i colleghi di Siena, stanno eseguendo numerose perquisizioni presso abitazioni ed uffici in provincia di Siena.

Le indagini, da quanto si apprende, sarebbero partite da alcune conversazioni intercettate dagli investigatori della Digos di Firenze e Siena sui social, proseguendo poi con accertamenti anche di altro tipo.

Gli indagati, che non risulterebbero avere precedenti penali, avrebbero inneggiato all'odio razziale e al fascismo e avrebbero avuto nella loro disponibilità armi, sebbene legittimamente possedute. Notevole la quantità di materiale sequestrato che dovrà essere ora analizzato dagli investigatori

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]