firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Intervista al Corriere della Sera

Ribery: "Con la Fiorentina amore a prima vista. Firenze mi ricorda Marsiglia"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

"Quando ho accettato di venire a Firenze, non potevo sapere che sarebbe stato amore a prima vista. E invece è stato così, sin dalla sera della presentazione. Quella notte è stata speciale e la porterò sempre con me".

Così Franck Ribery, stella della Fiorentina, nel corso di una lunga intervista concessa al Corriere della Sera in occasione della pausa del campionato. "Sono venuto con la stessa determinazione che avevo in Germania. Firenze mi ricorda Marsiglia. La mentalità dei tifosi è la stessa, sono caldi e passionali. La gente qui vive per il calcio e mi spinge a dare l’anima", ha aggiunto. A Firenze, il 36enne Robery ha trovato una squadra ricca di giovani di talento. "Vorrei aiutarli. Mi piace perché mi ascoltano. Vedono come lavoro, come mi alleno, anche come mangio. Ho vinto tutto nella mia carriera e loro prendono esempio da me. Qui parlo tanto con Chiesa e Castrovilli, sono ragazzi in gamba e vogliamo crescere tutti insieme", ha detto il francese. "Cosa penso di potergli trasmettere? La mentalità. Io non ci sto mai a perdere, se succede mi arrabbio", ha ribadito. Infine sul discorso razzismo, dopo gli episodi di queste ultime settimane, Ribery ha detto: "Il razzismo non lo capisco perché siamo tutti uguali: bianchi, neri. Siamo esseri umani".

È vero che dopo aver perso con il Genoa è venuto di notte a allenarsi al centro sportivo? "L’ho fatto perché ero arrabbiato e dovevo sfogarmi. Sono rimasto sino alle 4.30: corsa e cyclette ascoltando la musica. Così poi sono andato a letto e ho dormito. Il messaggio per i compagni deve essere chiaro - spiega Ribery -: vincere e ancora vincere. Bisogna arrivare alle partite con lo stato d’animo giusto, sapendo di averle preparate bene".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]