firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Vaticano

Papa Francesco ai giornalisti: "Scrivete secondo verità"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

di Cecilia Sandroni
Vaticano sabato 18 Maggio:
Papa Francesco ha ricevuto in Udienza privata, la Stampa Estera in Italia, nella Sala Clementina alle ore 11.45. L’evento è stato trasmesso in diretta su Telepace e streaming su vaticanmedia.va.

 

Quello di Francesco con i giornalisti è un rapporto speciale, il Papa conosce bene quanto sia determinante il compito dei giornalisti, oggi più che mai, in
un tempo che rischia di scambiare la connessione virtuale con la relazione vera. Dove la parola chiacchierata mistifica e stravolge.
I corrispondenti da tutto il mondo non hanno potuto filmare o fotografare il momento.
La presidente della Stampa Estera Patricia Thomas, con una certa emozione, ha consegnato la tessera e l’invito nella sede di Roma.

 

Il Papa, dalla gentilezza e fermezza indicibile, ha incoraggiato i giornalisti a “operare secondo verità e giustizia, affinché la comunicazione sia davvero strumento per costruire, non per distruggere; per incontrarsi, non per scontrarsi; per dialogare, non per monologare; per orientare, non per disorientare; per capirsi, non per fraintendersi; per farsi domande e non rimanere in superficie, per camminare in pace, non per seminare odio; per dare voce a chi non ha voce, non per fare da megafono a chi urla più forte” ad usare “la parola come un chirurgo usa il bisturi”.

 

Attenzione quindi ai titoli gridati che possono rendere una realtà diversa. Il Papa ha sottolineato l’importanza della rettifica. E ricorda di non avere fretta. Francesco si è soffermato su quanto sia importante che un giornalista sia libero: "La libertà di stampa e di espressione è un indice importante dello stato di salute di un Paese”.

 

L’Umiltà tra i temi centrali del suo discorso. Il giornalista umile secondo il Papa è un giornalista libero e coraggioso. Francesco, infatti, lo ha considerato “elemento fondamentale della vostra professione”, “la chiave di volta” e segue, "l’umiltà del non sapere tutto prima, è ciò che muove la ricerca” della verità, mentre “la presunzione di sapere già tutto è ciò che la blocca”.

 

“Giornalisti umili non vuol dire mediocri – ha evidenziato il Santo Padre -, ma piuttosto consapevoli che attraverso, una diretta televisiva o radiofonica od un semplice tweet si può fare del bene ma anche, se non si è cauti e scrupolosi, del male al prossimo e a volte all’intera comunità. Un No quindi “al cibo avariato della disinformazione” e sui rischi della rete il Papa ricorda “Le parole violente dei social distruggono le persone, serve responsabilità”.

Sul tema migranti ha detto una cosa bellissima “non siamo dei numeri ma dei desideri di felicità “ ed ha ricordato come oggi il Mediterraneo si stia convertendo in un cimitero.
Francesco ha infine esortato gli inviati a scrivere sulle "guerre dimenticate dalla società ma ancora in corso".

 

Al termine ha ringraziato i presenti ed ha stretto la mano a tutti i corrispondenti ed i loro figli. Una benedizione silenziosa per tutti, credenti e non. Un saluto ed una foto al gruppo. In dono per noi, il suo libro “Comunicare il Bene” le parole del Papa ai giornalisti, libreria editrice vaticana che sul retro riporta le Sue parole:

 

“A tutti voi,
Ricordo che la vostra professione,
oltre che informativa, è formativa, è un servizio pubblico, cioè un servizio al bene comune.
Un servizio alla verità, un servizio alla bontà e un servizio alla bellezza” Francesco.

 

Grazie Padre,
Cecilia Sandroni

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]