firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Calciomercato e passione

Fiorentina: "Un cantiere aperto che non convince"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Dalle pagine di dodicesimouomo.net, il portale numero uno dei tifosi Viola, Silvia Nanni, alla viglilia della seconda fase del ritiro che si terrà a San Piero a Sieve, analizza la situazione in casa Fiorentina.

Riproponiamo per i lettori de Il Sito di Firenze l'articolo integrale che, come sempre, si distingue per le critiche circostanziate ed un impeccabile lessico (qualità ormai appartenente a pochi).

 

 

Domani, a San Piero a Sieve, prenderà il via la seconda parte della preparazione estiva della Fiorentina.

Da Cortina, Vincenzo Guerini ha sottolineato l’importanza di un riavvicinamento con i tifosi e chissà che il Mugello non possa essere, per motivi logistici, la giusta opportunità per ricreare un feeling, ormai da un po’ di tempo, in fase decisamente calante.

Talvolta, però, le distanze che vengono a separare le parti, non son quelle meramente chilometriche e non basta soggiornare a mezzora di macchina per ricreare un legame ed una vicinanza.

La Fiorentina di questa estate 2011 è misteriosa, piena zeppa di incognite e, troppo spesso, incomprensibile.

Il “Comunicatore” - dinamico, moderno ed innovativo – mantiene il suo filo diretto con la tifoseria tramite Facebook. Il responsabile di un Ufficio Stampa così “popolare e democratico” non si era mai visto: l’importante è che non illuda la forma, ma si dia sempre il giusto valore alla sostanza. L’elargizione - a piene mani - di rassicurazioni e perle di saggezza non deve fuorviare. Non basta invitare il popolo viola a stare sereno, perché la stucchevole scusa che i giocatori che se ne sono andati non avevano più motivazioni, non può bastare a conciliare gli animi.

Sinceramente, che Donadel, Santana o Frey non avessero più i giusti stimoli per restare in maglia viola appare quantomeno discutibile.

Nel caso del portiere - un signore che, piaccia o non piaccia, per 5 anni ha inciso, in termini di punti, come un attaccante - è abbastanza riduttivo se non, addirittura, offensivo.

Gli stimoli non c’entrano un bel niente….c’era quell’ingaggio pesante come un macigno che doveva essere eliminato a tutti i costi. E così, come si farebbe con un oggetto che non ci possiamo (vogliamo) più permettere di mantenere, lo si regala.

Senza uno straccio di riconoscenza e di rispetto lo si getta via, lo allontaniamo da noi bollato dall’infamia di ricordarci l’agiatezza di un tempo che fu. Alcuni giornali, forse per compiacere la Società, hanno preferito, nel giorno dell’addio, ricordare il portierone francese più per i suoi eccessi culinari e i suoi ostici rapporti con la bilancia, piuttosto che per le parate decisive.

Se si vuole un riavvicinamento, non è certo questa la strada giusta…..

Le scuse, le banali e fragili giustificazioni, le mezze verità stridono come il gesso sulla lavagna.

Ogni cosa, ogni mossa, ogni operazione ruota intorno al bilancio: un Dio famelico e spietato che divora ogni esigenza tecnica. Con tutto il rispetto per la pletora di commercialisti che compone il C.d.A viola, il tifoso si sarebbe anche stancato di vivere e ragionare solo in termini di costi e ricavi, plusvalenze e ammortamenti.

Vargas continua ad essere in vetrina come in un elegante negozio di via Tornabuoni, Montolivo è in stand by in attesa che qualcuno stacchi un assegno da 10 milioni e anche Gilardino vive un’estate da precario, perché nessuno lo ha perentoriamente e categoricamente messo fuori dal mercato.

Passano i giorni, si cambia sede del ritiro e, intanto, non si sa come e con quale modulo giocherà la Fiorentina del prossimo anno.

Del resto questa squadra è un cantiere aperto….work in progress….

Sfumato Aquilani dovranno inventarsi qualcos’altro, almeno per prendere tempo ed accorciare le distanze. Sarebbe gradito qualcosa di nuovo ed originale perché, a questo punto, risulterebbe un po’ troppo scontato dichiarare Jovetic il migliore acquisto per la prossima stagione o fregiarsi di avere in rosa qualcuno che è stato corteggiato dal ricco ed accattivante Manchester City.

 

Silvia Nanni - dodicesimouomo.net

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]