firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Festa della Repubblica

2 Giugno, Renzi: "Napolitano fondamentale per equilibrio e saggezza"

Il Sindaco loda il Presidente della Repubblica
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nel giorno dei 65 anni "dell'Italia repubblicana", il sindaco di Firenze Matteo Renzi rivolge «un pensiero particolare per il presidente della Repubblica e per la sua fondamentale azione di equilibrio e di saggezza". Lo scrive Renzi su Facebook. A Firenze le celebrazioni del 2 giugno sono iniziate alle 10.15 con l'Alzabandiera in piazza della Signoria, nel corso della quale il prefetto Paolo Padoin ha dato lettura del messaggio del capo dello Stato. La manifestazione è stata preceduta dalla commemorazione dei caduti con deposizione della corona in piazza dell'Unità d'Italia. "Da Firenze capitale - ha detto il prefetto Padoin - ha preso avvio il processo di fusione e trasformazione unitaria del nostro Paese, quel processo che iniziò a raggiungere i suoi obiettivi senza asprezza, senza intemperanza, con toscana civiltà e urbanità". Le celebrazioni sono proseguite nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio dove, dalle 10,45 il prefetto Padoin e il sindaco Renzi hanno presenziato alla consegna delle onorificenze dell'Ordine 'Al Merito della Repubblica Italiana' (Omri) e delle medaglie ai cittadini, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti o destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra. Insieme a loro sul palco, per sottolineare la partecipazione degli altri Paesi alla ricorrenza nazionale, le 58 delegazioni consolari a Firenze, con le rispettive bandiere portate dai cadetti della Scuola Militare Aeronautica 'Giulio Douhet'. Presenti anche i sindaci dei comuni nei quali risiedono gli insigniti e le associazioni degli ex internati, tra le quali l'Anei con il suo presidente provinciale Dino Vittori. Sono 35 i cittadini della provincia di Firenze che riceveranno la decorazione Omri che il presidente della Repubblica conferisce per le "benemerenze acquisite nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonchè per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari". Quest'anno, in occasione della Festa della Repubblica, verranno assegnate anche le medaglie d'onore a 11 cittadini della provincia di Firenze (o ai loro familiari), che sono stati deportati e internati nei lager nazisti o destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra. Al termine verrà consegnato a Gian Carlo Mantovani il decreto con il quale presidente della Repubblica gli ha conferito la medaglia d'oro quale vittima del terrorismo, che l'interessato ha già ritirato in occasione della cerimonia al Quirinale il 9 maggio scorso. La giornata si concluderà alle 21, in piazza della Signoria, con il concerto del complesso bandistico dell'Associazione Musicale Fiorentina, diretto dal maestro Marco Mangani. Musiche di Rameau, Boccherini, Verdi, Ponchielli, Musorgskij, Offenbach e Gershwin.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]