firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Le regole da rispettare

Coronavirus, Nardella: "Ragazzi state a casa, i nonni rischiano"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Lungo video messaggio del Sindaco di Firenze Dario Nardella ieri, in diretta Facebook da casa (dove si trova in quarantena obbligatoria a causa di un contatto stretto avuto col segretario PD Zingaretti risultato positivo al COVID-19), per illustrare ai cittadini le disposizioni da seguire a causa dell'emergenza Coronavirus.

Il Primo cittadino ha chiarito alcuni dei comportamenti che si deve seguire a seguito del nuovo DPCM Conte.

Fermo restando l'obbligo di permanenza presso i propri domicili ad eccezione degli spostamenti per andare al lavoro, fare la spesa, motivi sanitari, Nardella ha ricordato che in caso di sintomi “non si deve andare né al pronto soccorso, né all'ospedale, né chiamare il 118, ma bisogna chiamare il proprio medico personale o l'ASL”. “Nel mio caso – ha precisato Nardella – non ho sintomi, sto bene, però devo stare 14 giorni chiuso in casa”. “Se avete avuto un contatto stretto (con un soggetto risultato positivo, ndr) non significa che sicuramente rimarrete contagiati – ha ricordato il Sindaco – ma per precauzione dovete stare a casa”.

 

  • Evitare ogni spostamento da casa propria salvo che per tre motivi: esigenze di lavoro; motivi di salute; motivi di necessità (fare la spesa, recarsi da parenti come anziani che hanno bisogno di assistenza)

  • Chiusi tutti i luoghi della cultura (Teatri, cinema e musei)

  • Sospese tutte le manifestazioni, anche sportive

 

 

 

Possono rimanere aperte le attività commerciali, ma c'è la limitazione dell'obbligo di chiusura per bar e ristoranti alle 18 (che però possono effettuare consegne a domicilio, ma non take-away).

Restano aperti i supermercati, ma sono chiusi il sabato e la domenica (festivi e pre-festivi, stessa regola che vale per i grandi mercati all'aperto).

 

 

Non prendete d'assalto i supermercati”, dice Nardella che spiega: “questa non è una guerra, ma una battaglia contro l'epidemia, le strutture alimentari restano aperte e non c'è bisogno di assalire i supermercati, anche perché i supermercati devono mantenere come tutte le attività commerciali e gli esercizi pubblici la regola del 'metro di distanza'. Quindi questi luoghi devono far rispettare questa regola sia tra i clienti, sia tra il personale che lavora”. Ricordiamo l'accordo con la grande distribuzione per consegnare la spesa a casa agli over 75.

 

Accorato l'appello di Nardella ai giovani: "Ho visto tanti ragazzi prendere un po' sottogamba" la questione del "Coronavirus. Da quello che dicono gli esperti il virus contagia tutti. Ai giovani dico: non siete diversi dagli altri, dovete stare a casa". "Se un giovane prende il virus, poi magari va dai nonni, rischia di mettere in una situazione grave la salute dei propri nonni - ha ribadito -. A casa si possono fare molte attività: ci sono società sportive che hanno predisposto programmi a distanza per far allenare comunque i propri ragazzi, ci sono scuole che hanno predisposto programmi a distanza".

 

Un invito al mondo delle imprese: "Voglio dire a tutto il mondo delle imprese di non cedere, non buttarsi giù. Le aziende che hanno attrezzature e tecnologia utilizzino il più possibile il lavoro telematico e a distanza per consentire ai propri dipendenti di lavorare in sicurezza".

 

Poi il Sindaco ha annunciato un piano straordinario di sanificazione delle strade cittadine: "Manteniamo la pulizia delle strade, perché vogliamo fare un intervento aggiuntivo e più incisivo di sanificazione". Il servizio "quindi proseguirà. Per questo chiediamo un po' di pazienza ai cittadini", che dovranno "rispettare le regole e gli orari per spostare le auto".

 

In merito ai lavori edili in corso "continueranno ad andare avanti", mentre, ha detto Nardella "si sospendono le procedure per i nuovi cantieri".

 

Nella lunga diretta Facebook, Nardella ha inoltre ricordato di prestare la massima attenzione agli sciacalli che tentano di truffare le persone, soprattutto anziani, sfruttando l'ansia determinata dalla situazione: "Ci sono arrivate segnalazioni di persone che si presentano davanti casa proponendo la vendita di tamponi. Questa cosa non esiste: non si comprano tamponi". "Gli esami - ha detto Nardella - vengono fatti soltanto dai laboratori delle strutture sanitarie della nostra regione e si fanno su disposizione dell'autorità sanitaria".

 

D.M.

 

 

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]