firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Pieraccini a Firenze la sera del 30 gennaio

Caso Benedetti: Lei è scomparsa, il fidanzato pensa all'eroina

Spacciatori identificati grazie a Facebook
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Il fidanzato di Elisa Benedetti, mentre tutti erano alle prese con le ricerche della ragazza, nel pomeriggio di domenica 30 gennaio si reca dallo spacciatore che la sera prima ha venduto l'eroina ad Elisa. Questo è quanto emerso dalle indagini degli inquirenti ed ammesso dallo stesso Pieraccini in una deposizione definita "faticosissima" dal gip. Il ragazzo ha anche ammesso che la sera precedente del 29 si trovava a Firenze. L'indagine ha portato all'arresto di Ahmed Aoiuni detto Marco, tunisino di 26 anni, e Simone Lillacci, 38 anni di Perugia, con l'accusa di concorso in spaccio di stupefacenti. Agli inquirenti Pieraccini riferisce che "tanto lui quanto Elisa erano soliti rivolgersi nell'ultimo periodo per gli acquisti di eroina (di colore marrone) a tale Marco" (pseudonimo di Aouini, ndr), risultato lo stesso contattato da Elisa per l'ultimo acquisto la sera del 29. Alex aggiunge poi di aver contattato Marco anche domenica 30 e di aver comperato da lui una dose. Nella circostanza Simone Lillacci, scrive il gip, gli dice di aver venduto due dosi a Elisa la sera prima. Le foto utilizzate per il riconoscimento di Aouini e di Lillacci e che gli inquirenti mostrano a Pieraccini sono state prese da Facebook.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]