firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
I fatti lo scorso anno

Sacerdote di Firenzuola indagato per violenza sessuale su una 19enne

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Don Emanuele Dondoli, un sacerdote 58enne di Firenzuola, in Mugello, è indagato per violenza sessuale dopo le denunce di una ragazza di 19 anni.

Il religioso avrebbe custodito nel suo telefono anche alcune immagini scattate nei momenti intimi con la donna. Intimità che in realtà, secondo le indagini della procura di Firenze, avrebbe dovuto essere una "benedizione": la giovane si sarebbe infatti rivolta al prete in un momento di personale difficoltà. Tra il marzo e il giugno dello scorso anno, la 19enne ha riferito di essere stata fatta sdraiare su un lettino collocato in sagrestia e, dopo essersi spogliata, di essere stata cosparsa con un unguento "benedetto" su tutto il corpo. Una perizia psichiatrica, disposta dalla procura, attesta i disturbi che affliggono la 19enne, assistita dall'avvocato Elisabetta Renieri, che la renderebbero incapace di esprimere il proprio dissenso a tali pratiche. L'avvocato del prete, Francesco Stefani, in incidente probatorio, tenterà invece di ribaltare queste conclusioni, per dimostrare che la ragazza era consenziente.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]