firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
reazioni

Pdl: Abbandoneremo le sedi su strada

Gli 'anarchici' danneggiano la sede del Pdl in viale Spartaco Lavagnini
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

''Siamo stanchi di questa situazione: quanto accaduto oggi pomeriggio è un crimine contro la democrazia" è il commento dell'onorevole Massimo Parsi, coordinatore regionale del Pdl all'atto vandalico perpetrato oggi pomeriggio ai danni della sede del partito sul viale Spartaco Lavagnini da parte di alcuni manifestanti solidali con gli anarchici arrestati un paio di settimane fa. "Mi chiedo cosa sarebbe successo se anziché seguire diligentemente i consigli della Questura non avessimo rinunciato ad esercitare il nostro diritto di fare politica nella nostra sede; il sabato pomeriggio la sede è infatti frequentata dai ragazzi del movimento giovanile e spesso è luogo di riunione dei nostri dirigenti ed eletti''. La vetrina della sede del Pdl è stata distrutta, e c'è stato anche un principio di incendio causato da un fumogeno lanciato dai manifestanti e per il quale sono intervenuti i vigili del fuoco. "Siamo di fronte ad una preoccupante escalation - continua il coordinatore Parisi - non si sono limitati a sfondare la vetrina, ma lanciando i fumogeni all'interno della sede, vicino al nostro materiale propagandistico, avrebbero potuto causare un incendio. In questa città - prosegue Parisi - è a rischio l'agibilità democratica, poiché ci viene negata la libertà di esporre per strada, alle nostre vetrine, i simboli del nostro partito. Abbiamo pertanto deciso di lasciare questa sede. Ricordo infatti che poche settimane fa abbiamo subito un altro tentativo di sfondamento della vetrata, mentre la sede di Forza Italia di piazza Pier Vettori fu bersaglio di una bomba carta''. Di qui lla decisione di chiudere la sede ''Sentiamo la responsabilità di tutelare la sicurezza dei nostri militanti e dirigenti, e pertanto abbiamo deciso che abbandoneremo le sedi su strada - ribadisce Parisi - Ringrazio l'assessore comunale Massimo Mattei che è venuto in sede per portare la solidarietà sua, del sindaco e dell'amministrazione comunale''.

Gabriele Toccafondi, coordinatore del Pdl di Firenze, è profondamente amareggiato per quanto accaduto ma invita le istituzioni e la cittadinanza a prendere una posizione e a reagire: "Oggi siamo arrivati allo sfondamento della vetrina e al lancio di fumogeni nella sede del PdL in viale Lavagnini a Firenze, un atto grave ma solo l'ultimo di una lunghissima serie. Firenze tutta deve reagire. Troppo spesso per denunciare questa situazione si è  alzata solo la nostra voce. Chi sfonda una vetrina come oggi, buttando dentro la sede fumogeni, ma anche chi fa esplodere una bomba carta, o prende a sprangate la porta, o scrive con lo spray sulla facciata, o aggredisce i nostri simpatizzanti a un gazebo, come già accaduto, mette in pratica un attacco alla libertà di espressione e alla democrazia che e' patrimonio di tutti. Troppo spesso invece le istituzioni e le forze politiche sono rimaste in silenzio. Con il grave episodio di oggi che è un vero e proprio attacco alla democrazia il silenzio è impossibile".

Solidarietà al Pdl arriva dalla Lega: ''Esprimo al Pdl la più totale solidarietà da parte mia e di tutta la Lega Nord Toscana e condanno duramente questo vile attacco da parte degli anarchici e di frange dell'estrema sinistra, che hanno pure inneggiato alla strage di Nassirya''. Sono le parole dell'eurodeputato Claudio Morganti. ''Sono proprio curioso di vedere - conclude Morganti - se la Federazione della Sinistra, i Cobas e i partiti che gravitano intorno alla sinistra radicale avranno ancora il coraggio di difendere questi violenze".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]