firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Botta e risposta con l'Assessore Bettini

Alberi sostituiti, il centrodestra fa i conti, ma dimentica la riduzione del traffico della Tramvia

Per i sostenitori di Bocci le sostituzioni riducono l'abbattimento di CO² di 1.000 tonnellate, ma l'Assessore Bettini ricorda che con la Tramvia se ne producono 6.300 in meno
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Botta e risposta tra il centrodestra che sostiene Ubaldo Bocci e l'Assessore all'Ambiente in carica e candidata al consiglio Comunale con la lista Nardella Sindaco alle prossime amministrative Alessia Bettini.

Stavolta il motivo del contendere sono gli alberi tagliati o caduti a seguito di eventi atmosferici a Firenze. Il centrodestra stamani ha presentato un report dove illustra che, malgrado le sostituzioni (le piante nuove sono più del doppio di quelle cadute o abbattute), l'assorbimento di CO² sarebbe passato da 1.000 tonnellate a 40 tonnellate ogni anno. Nel report viene totalmente ignorata la riduzione del traffico grazie all'entrata in esercizio delle nuove linee della Tramvia, che con le quasi 13.000 auto in meno in circolazione negli orari di punta hanno causato un abbattimento annuo di 6.300 tonnellate di CO² ed ovviamente un conseguente abbattimento di altri inquinanti derivanti dalla combustione nei motori. Un saldo che dimostra, stando alle dichiarazioni di centrodestra e dell'Assessore Bettini, che, a prescindere dalla questione sostituzioni, la Tramvia abbia dato un significativo impatto positivo alla riduzione dell'inquinamento. L'abbattimento di CO² “perso” dalla questione alberi dei numeri del centrodestra è già recuperato dalla riduzione del traffico di oltre 6 volte. Ma c'è di più, secondo l'Assessore Bettini gli alberi giovani sono più efficienti rispetto ai vecchi sostituiti, perché dovendo crescere utilizzano più CO².

 

 

 

Di seguito le dichiarazioni dell'Assessore Bettini e degli esponenti del centrodestra Paolo Marcheschi, Massimo Sabatini e Arianna Xekalos.

 

 

“A leggere le odierne dichiarazioni dei consiglieri del centrodestra – afferma Alessia Bettini - viene da ridere: mi chiedo dove siano stati in questi anni quando abbiamo portato avanti i nostri progetti per una Firenze sempre più verde e mi chiedo soprattutto dove siano adesso, dato che il loro candidato sindaco più che agli alberi pensa a una tangenziale”.
“In questi anni – ha sottolineato l’assessore Bettini – abbiamo dovuto fronteggiare, oltre al fisiologico invecchiamento delle piante, anche l’avvio di importanti cambiamenti climatici e una decina di eventi atmosferici eccezionali tra pioggia, nubifragi, uragani. Ecco perché abbiamo puntato sulla sostituzione delle piante malate con altre giovani e sui controlli: le Visual tree assessment (Vta) e le prove di trazione sono state 105 mila in totale”.
In cinque anni abbiamo perso 6218 alberi, di cui 1815 crollati proprio per gli eventi atmosferici estremi, mentre quasi 3500 erano secchi o in classe D, quella di massima propensione al cedimento – continua -. Contemporaneamente però è partito un piano di sostituzioni e implementazione così che i nuovi alberi sono stati 13.239, così da portare il saldo largamente in positivo. Gli investimenti in questo settore sono stati pari a 8,7 milioni. E non è vero che gli alberi più giovani assorbono meno anidride carbonica, è vero il contrario: sono quelli vecchi che ne usano meno perché smettono di utilizzarla per crescere”.

Ma l’inquinamento – ricorda Alessia Bettini – non dipende solo dal numero di alberi ma anche da quello delle auto in circolazione. Firenze oggi ha due nuove linee di tramvia: significa 13 mila auto al giorno in meno e un abbattimento annuo di 6300 tonnellate di CO2. Abbiamo attivato i servizi di carsharing, con 650 vetture di cui 250 elettriche, e di bikesharing, con 4000 bici a noleggio e 100mila utenti. La promozione dell’elettrico ha poi previsto quasi 400 punti ordinari di ricarica in città, uno ogni mille abitanti. Sono 90 i chilometri di piste ciclabili, con l’obiettivo di arrivare a 110 chilometri nel 2020, e l’area pedonale raggiunge i 400 mila metri quadrati. Dal gennaio scorso l’accesso in ztl è stato bloccato per i veicoli a benzina fino a euro 1 e ai diesel fino a euro 2. Il sindaco ha poi lanciato, per il prossimo mandato, uno ‘scudo verde’ che preservi l’intera città dai veicoli inquinanti, con l’obiettivo del dimezzamento del traffico urbano”.
“A parte la tangenziale – conclude – che cosa ha proposto invece il centrodestra contro lo smog e a favore dell’ambiente?
”.

 

 

Durante l'amministrazione Nardella – si legge nel comunicato degli esponenti di centrodestra - sono stati persi 7.288 alberi, in larga parte piante adulte con un volume di chioma di 687 metri cubi. Al loro posto sono state piantate 13.239 piante giovani con un volume medio di chioma di soli 4,5 metri cubi (dati tratti dal bilancio arboreo del Comune nel periodo del mandato amministrativo quinquennale). Si è passati da 5milioni di metri cubi di chioma a 60mila metri cubi, in termini di assorbimento di anidride carbonica (Co2) siamo passati da 1.000 a 40 tonnellate smaltite in un anno. Stesso deficit che si registra anche nell'assorbimento annuo di polveri sottili, biossido di zolfo, biossido di azoto e ozono. Enorme dunque il danno per la salute dei fiorentini. Dati raccolti e stimati dgli esperti del Comitato degli Alberi di Lungarno del Tempio, resi noti durante una conferenza stampa al comitato elettorale di Fdi in viale Amendola.

“Paghiamo e pagheremo le conseguenze dell'abbattimento indiscriminato di alberi su viale Morgagni, Viale Belfiore, Lungarno del Tempio, e ricordo che è stato stoppato solo momentaneamente per fini elettorali il taglio degli alberi in piazza della Vittoria, e tutto il verde pubblico che è stato e verrà abbattuto per realizzare le linee tramviarie. Gli esperti, agronomi e ingegenri, del Comitato degli Alberi di Lungarno del Tempio smentiscono i dati forniti da Palazzo Vecchio: sostituire un albero adulto con uno giovane significa rinunciare a metri cubi di chioma e quindi a tonnellate di anidride carbonica in meno assorbite e respirate invece dai cittadini. E poi Nardella parla di 'scudo verde'. Io propongo al candidato sindaco del Centrodestra Bocci di unificare l'assessorato dell'Urbanistica e dell'Ambiente, non esiste sviluppo senza la sostenibilità ambientale” propone il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi).

“I motivi di sicurezza per l'abbattimento degli alberi, sbandierati dal Comune di Firenze, non reggono. Gli alberi abbattuti non erano malati ma avrebbero dovuto essere curati. Insieme al Comitato ci siamo mossi richiedendo una sospensiva al Tar. Il Comune, dopo aver promesso il 18 aprile scorso di attendere dieci giorni la sentenza del tribunale amministrativo, il 19 aprile ha mandato gli operai per far tagliare l'albero di Lungarno del Tempio. Siamo dunque sempre in attesa di risposte” ha fatto sapere Massimo Sabatini, candidato della Lega al consiglio comunale.

“Abbiamo fatto svariate denunce sul verde pubblico fiorentino ma è assolutamente difficile aver accesso ai documenti sullo stato di salute degli alberi. Il censimento del patrimonio arboreo non è aggiornato. Ci si riempie la bocca con la tutela del verde, ora che siamo sotto elezioni, ma le battaglie per il verde pubblico le abbiamo fatte noi del Centrodestra. Stranamente soltanto adesso Nardella è diventato ambientalista. La realtà è che Firenze ha sforato limiti di inquinamento paragonabili a quelli di Milano” ha detto Arianna Xekalos, candidata in consiglio comunale nella lista FdI-Firenze in Movimento.

“Gli inquinanti nell'aria influiscono in modo diretto con la salute dei cittadini. E' stato dimostrato alle giornate mediche dedicate all'ambiente nell'ambito del 13° Forum Risk in Sanità, che si è tenuto alla Fortezza da Basso, quanto influisca positivamente per certe malattie la presenza di importanti alberature. Malattie tumorali, cardio-vascolari, neuro degenerative, obesità, diabete. L'inquinamento nell'aria è per forza molto maggiore visto l'enorme volume fogliario perso, meno inquinanti vengono assorbiti dagli alberi e più vengono respirati dai nostri polmoni” sostiene Barbara De Cesare del Comitato degli Alberi di Lungarno del Tempio.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]