firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
cambiare progetto

Manifattura Tabacchi, lettera di 231 genitori dell'Istituto Agrario

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Il progetto della nuova Manifattura Tabacchi di Firenze lascia strascichi polemici. Almeno a sentire i 231 genitori dell'istituto agrario, distanti pochi metri dalla Manifattura, che hanno inviato una lettera a istituzioni e media per sollevare le loro preoccupazioni sul futuro degli studenti. 

 

La lettera inviata ai quotidiani. 

"Egregi Signori, vorremmo portare a conoscenza dell'opinione pubblica un fatto alquanto particolare e, a nostro avviso, incomprensibile.

 

Siamo un gruppo di genitori di ragazzi che frequentano l'Istituto Tecnico Agrario di Firenze, scuola che, per la città, è una vera istituzione sotto molti punti di vista, a partire dalla sua storia secolare arrivando all'avanguardia del suo insegnamento, passando per il luogo in cui sorge e....proprio quest'ultimo è il punto di cui vorremmo parlare.

 

Qualche settimana fa si è tenuto, a scuola, un Consiglio d'istituto aperto al pubblico e quindi alcuni alunni, genitori ed insegnanti hanno preso parte quali uditori. Durante questa riunione, a cui hanno partecipato rappresentanze della società "Manifattura Tabacchi", rappresentanti del Comune e l'assessore all'Urbanistica, siamo venuti a conoscenza ufficialmente di un abbozzo di progetto (ancora per fortuna deve passare in Commissione e quindi è soltanto un embrione) per cui la superficie occupata dalla scuola dovrebbe venir attraversata da un passaggio pubblico costituito da una pista ciclabile ed un vialetto pedonale che dovrebbe permettere, anche con la costruzione di un ponte sul Fosso Macinante, di congiungere, in linea retta, la fermata della futura tramvia presso l'area dell'ex Manifattura Tabacchi con il piazzale delle Cascine.

 

Prima di continuare a spiegare il motivo della nostra lettera, per non essere fraintesi, vorremmo chiarire che la riqualificazione dell'area occupata dell'ex Manifattura Tabacchi è una cosa indubbiamente positiva. Il problema è il passaggio ciclo/pedonale pubblico....

 

Tale pista, hanno sostenuto le autorità comunali e "Manifattura Tabacchi" dovrebbe portare un valore aggiunto e maggiore visibilità alla scuola ma, sinceramente, noi vediamo pericolo al posto del valore aggiunto e intrusione al posto della visibilità.

"Manifattura Tabacchi", alla riunione, disse che avrebbe avuto piacere di conoscere l'opinione di tutti coloro che erano presenti quindi anche noi uditori abbiamo preso parte al dibattito esponendo le nostre perplessità che riportiamo, alcune, qui di seguito:

- stiamo parlando di dividere in due una scuola, sarebbe come lasciare sempre aperti (24 ore su 24) i cancelli del giardino di qualsiasi istituto scolastico per far entrare tutti a fare qualsiasi attività...

- la maggior parte dei ragazzi che frequentano l'Istituto è minorenne e sotto la responsabilità degli insegnanti, i ragazzi si sa, sono imprevedibili e se gli venisse voglia di prendere il passaggio ed allontanarsi da scuola prima della fine delle lezioni?

- nella piazza della "Manifattura Tabacchi", proprio nei pressi della fermata della tramvia dovrebbe sorgere un birrificio con produzione e vendita....a noi sembra una grande attrattiva per gli studenti, pensate che a nessuno dei ragazzi venga voglia di farci una capatina durante la ricreazione?   

- l'Istituto è un unicum formato da tre edifici scolastici, un museo, edifici di rimessaggio ed azienda agricola. Con il passaggio pubblico aperto 24 ore di 24, dov'è la sicurezza contro i furti, le intrusioni, l'ingresso di spacciatori, prostitute ecc. (vista anche la vicinanza con le Cascine notoriamente luogo particolarmente "amato" per queste attività)? Coloro che arrivano al mattino a scuola cosa potrebbero trovare fra le colture che servono per studio? Siringhe e preservativi? E cosa potrebbero non trovare più? Attrezzature costose, laboratori saccheggiati, prodotti rubati?

- le attività della scuola si svolgono in tutti gli edifici ed in tutta l'area a cielo aperto quindi ci si muove da un edificio all'altro a piedi e con i mezzi e gli attrezzi agricoli: cosa potrebbe succedere se un trattore urtasse una bicicletta o se una bici investisse uno studente che sta attraversando il passaggio pedonale/ciclabile? 

- potremmo enumerare ancora moltissime perplessità....ma pensiamo che queste bastino per farvi capire il problema.

 

Per ovviare ai problemi da noi enumerati, ci è stato detto che il passaggio potrebbe venir recintato ma, purtroppo, anche questa opzione, facendo un ragionamento, è impossibile: per passare da una parte all'altra ci vorrebbero dei cancelli piuttosto grandi che dovrebbero permettere il passaggio di mezzi agricoli di discrete dimensioni e poi, se un ragazzo deve andare a prendere una vanga, che si fa? Ci vorrebbe un custode fisso ad ogni cancello per aprire e chiudere, far entrare e uscire in continuazione ragazzi, professori, mezzi agricoli durante tutto l'anno? Forse non tutti sanno che trattandosi di una scuola agraria, è in funzione anche d'estate: ci sono gli studenti a fare i tirocini perché le piante hanno bisogno di essere annaffiate e curate e gli animali hanno bisogno di mangiare e di essere accuditi tutto l'anno....loro non vanno in ferie!

 

Quando gli uditori hanno proposto di spostare la famosa pista ciclabile in via delle Cascine (lasciando quindi perdere l'embrionale progetto), "Manifattura Tabacchi" non è sembrata per niente opporsi all'idea, i suoi rappresentanti, non essendo fiorentini e non conoscendo la scuola, probabilmente prima di questa riunione non sapevano neppure cosa ci fosse là dove era stata tracciata la linea retta che rappresenta sulla pianta il percorso ciclo/pedonale, quello che è parso assurdo è che quella linea sia stata tracciata dall'Ufficio Tecnico del Comune di Firenze...probabilmente anche i tecnici del Comune non sono di Firenze? Non sapevano o non si sono chiesti cosa ci fosse in quell'area che in pianta è segnata in verde? Forse pensavano che fosse un prato di prolungamento delle Cascine!

 

Concludiamo con la speranza che questa nostra riesca a far accantonare definitivamente questo assurdo embrione di progetto e, magari, invece di pensare a far costruire una pista ciclabile là dove non è, per ovvie ragioni, possibile, il Comune di Firenze pensi a destinare un po' di fondi al restauro degli immobili dell'Istituto che sono un pezzo di storia e che, a maggior ragione, ne hanno decisamente bisogno cure.

 

Nel caso questo non avvenisse, speriamo di riuscire a smuovere un po' l'opinione pubblica e che i fiorentini e non, che hanno a cuore la sicurezza e l'educazione dei nostri giovani, si schierino dalla nostra parte.

 

Ringraziando per l'attenzione, salutiamo cordialmente".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]