firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Galassia Antagonista

Oscurano la telecamera e imbrattano il sottopasso di Rifredi, 3 anarchici denunciati

I fatti risalgono allo scorso giugno, dopo la II ondata di arresti effettuati dalla Digos
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Continua la stretta della Digos attorno ai gruppi di anarchici, che con cadenza regolare si scagliano contro i simboli del capitalismo e della repressione. Ieri altri tre denunciati, si tratta di due uomini, A. B. di 21, N. A. di 28, e di una donna, C. P. di 29 anni.

I fatti risalgono allo scorso 16 giugno, tre giorni dopo la seconda ondata di arresti effettuati ai danni degli esponenti della galassia antagonista. Il gruppetto, accompagnato dall'immancabile cane, ha, nel sottopasso della stazione di Rifredi, dapprima fatto le solite scritte: 'Libertà per tutti', 'Basta Videosorveglianza', poi, tanto per rimanere in tema, accortisi della telecamera, l'hanno immediatamente oscurata con la vernice. I reati di cui ora dovranno rispondere sono deturpamento e imbrattamento di cose altrui, danneggiamento dei sistemi informatici e telematici di pubblica utilità. Per quest'ultima imputazione è prevista una pena fino a un massimo di tre anni di reclusione.

Le denunce sono scattate dopo che la polfer ha visionato i filmati che periodicamente acquisisce dalle varie stazioni fiorentine.

Sui tre antagonisti si erano già rivolte le attenzioni degli inquirenti nell'inchiesta del maggio scorso, quando 78 furono le persone indagate.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]