firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
‘Luce sicura’ nelle zone collinari

Inaugurato l'impianto a led in via della Concezione

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Continua l’operazione ‘Luce sicura’ nelle zone collinari di Firenze: stasera è stat inaugurato il nuovo impianto a led in via della Concezione, antica strada che sfocia in via Vecchia Bolognese, situata nel quartiere 2 all’interno dell’area del Parco collinare di Careggi, che fino ad oggi era priva di illuminazione pubblica.

Ad accendere la luce il sindaco Dario Nardella, accompagnato da l'assessore alle Partecipate Federico Gianassi, oltre che dall’amministratore delegato e dal direttore generale di SILFI Spa, Matteo Casanovi e Manuela Gniuli.

Sono 25 i nuovi punti luce a led attivati in via della Concezione, che riprendono nell’aspetto esteriore - per garantire la tradizionale veduta delle strade collinari fiorentine - l’antica forma a ‘piatto smaltato’ circolare e bianca dotata però all’interno di modernissima tecnologia led. La luce risulterà bianca calda e permetterà, oltre ad una maggiore sicurezza e comfort dei residenti, grandi risparmi sulla bolletta energetica comunale riuscendo ad illuminare 700 metri di strada impegnando una potenza complessiva pari a un terzo di quella di un contatore per utenza domestica.

“La nostra rivoluzione della luce va avanti - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Sono sempre di più le zone della città che hanno un nuovo impianto di illuminazione a led, che ha sostituito la vecchia luce gialla-arancione, garantendo così migliore visibilità, maggiore sicurezza e vivibilità e minore inquinamento luminoso”.

“L’impianto di illuminazione che inauguriamo stasera è un tassello del progetto ‘luce sicura’ - ha continuato il sindaco -, con il quale portiamo luce nuova in città e nei borghi abitati che prima erano al buio. Con questo intervento andiamo incontro alle richieste degli abitanti in via della Concezione che da oggi hanno la loro zona illuminata e più sicura”. “L’illuminazione pubblica è un ottimo strumento per ridurre la sensazione di insicurezza dei cittadini - afferma l’assessore Vannucci - ed è nostra intenzione andare avanti nell’illuminazione degli spazi pubblici cittadini. In questi anni abbiamo visto gli effetti positivi del lavoro di illuminazione a led fatto”.

“Questa illuminazione era un impegno che ci eravamo presi e che abbiamo mantenuto - ha detto l’assessore alle partecipate Federico Gianassi - grazie anche al lavoro di Silfi che è una vera eccellenza cittadina su telecamere e illuminazione, entrambi elementi fondamentali per poter vivere le nostre strade e le nostre piazze”.

Secondo l’amministratore delegato di SILFI Spa Matteo Casanovi, “il piano Luce sicura aumenterà ancora di più la percezione di sicurezza da parte dei cittadini incrementando la qualità e la quantità di luce erogata negli angoli più periferici della città con costi energetici di esercizio molto bassi. Alcuni dei prossimi interventi del Comune di Firenze, alcuni già in corso, sono in via Monte Oliveto, piazza Luigi Dallapiccola, via Vecchia di Pozzolatico, viuzzo della Dogaia, via di San Quirichino, via Malaparte, viale XI Agosto, via Gazzeri e i giardini di via Nanchino”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]