firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Il Caso

Eredità Fallaci, Nencini:"Due mesi prima di morire era lucidissima"

Parla l'amico Riccardo Nencini, segretario del Psi e assessore regionale al bilancio
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

"Non mi ha mai parlato di testamento, ma posso dire che i rapporti tra Oriana ed il nipote Edoardo erano palesemente buoni".
A parlare è Riccardo Nencini, ex presidente del Consiglio regionale della Toscana e oggi assessore, autore del libro 'Morirò in piedi', un racconto, una testimonianza sull'amica Oriana Fallaci.
"L'ho vista a luglio, a Firenze, poco più di un mese prima della morte: era provata ma lucidissima. Abbiamo parlato per ore una intera domenica - ricorda Nencini - e proprio su quel colloquio si basa gran parte del libro". "Era agguerrita, combattiva, abbiamo litigato sull'Islam", aggiunge Nencini, che dopo quell'incontro non ha più incontrato direttamente la scrittrice e giornalista toscana. Un rapporto mai interrotto, anche a dispetto della distanza. Nencini ricorda di avere sentito al telefono la Fallaci quando in agosto la scrittrice era a New York, da dove tornò ancora a Firenze poco prima della morte.
"Quel giorno ricordo che ero a Bruxelles per la conferenza delle Regioni europee è ho saputo per telefono che era morta". Di quell'incontro di luglio Nencini ricorda altri particolari, altre impressioni che facevano della Fallaci, racconta, "non una persona lucida, ma stralucida".
"Voleva preparare la cena e offrire da bere ai carabinieri della mia scorta, Beppe e Paolo, che aspettavano in strada: 'Ragazzi venite su a bere, dei carabinieri mi fido, disse loro affacciandosi alla finestra. Alla fine loro, con cortesia, rifiutarono. E mi sgridò anche per come mi ero presentato da lei. Avevo una camicia scura". E ricorda come fu apostrofato, con ironia: "Io per incontrare te mi sono comprata tre vestiti e tu vieni da me vestito da nazista...".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]