firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Conferenza di presentazione

Iachini: "Firenze la mia seconda casa. 'Lavoro' la mia parola d'ordine"

1 gennaio allenamento a porte aperte al Franchi
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Ieri, presso la sala stampa dello stadio Artemio Franchi di Firenze, si è tenuta la presentazione del nuovo allenatore della Fiorentina Giuseppe Iachini.

Classe 1964, di Ascoli Piceno, Iachini (che ha firmato un contratto per 18 mesi) succede a Vincenzo Montella, esonerato dalla Società dopo una lunga serie negativa di risultati che hanno portato i viola ad occupare la 15ª posizione in classifica (a soli tre punti dalla zona retrocessione, con 4 vittorie, 5 pareggi ed 8 sconfitte).

Iachini, tra l'altro, tra il 1989 e il 1994 ha vestito la maglia viola da giocatore e perciò è molto legato a Firenze e alla squadra gigliata.

 

"Mi auguro di poter ripagare – ha detto Iachini – la stima del presidente Commisso e di tutta la dirigenza. Sono molto felice di essere tornato in quella che considero la mia seconda casa, dove ho tanti ricordi e un rapporto di stima e affetto con tutta la città e i tifosi.

Lavoro, lavoro, lavoro sul campo sono le mie parole d'ordine. Voglio una squadra organizzata in campo e - ha spiegato - con uno spirito che vada sempre alla ricerca della vittoria. Chiedo ai miei ragazzi impegno e attaccamento alla maglia. Vogliamo ribaltare una situazione che negli ultimi tempi si è fatta difficile".

"Dobbiamo cercare di capire perché la squadra ha avuto questo calo nelle ultime sette partite. Non ho la bacchetta magica, credo nel lavoro. Già delle idee ce le ho. Dovrò tirare fuori – ha spiegato Iachini - quello che i ragazzi hanno dentro". "Non sono un allenatore integralista - ha aggiunto -, contano le caratteristiche dei giocatori. Questa è una rosa che ha qualità e sono convinto che possiamo tornare a essere competitivi. I moduli – ha aggiunto in merito alla sua idea di gioco - sono numeri, conta l'interpretazione nelle due fasi di gioco. Non mi pongo obiettivi primari o secondari. la realtà della classifica è questa".

"Una partita alla volta - ha proseguito - cercheremo di fare più punti possibile, e cercheremo di raggiungere posizioni più congeniali alla storia della Fiorentina, ma restiamo con i piedi per terra cercando di curare nel più breve tempo possibile la 'malattia' di questa squadra". Parlando di Chiesa, il nuovo tecnico viola ha detto: "Chiesa è un ragazzo che devo ringraziare. Ho parlato con lui durante le feste. È stato al campo rinunciando alle vacanze, e questo dimostra che è un ragazzo di sani principi che ha voglia di fare il bene della Fiorentina. Recupererà in fretta. Può interpretare diverse posizioni in campo nei ruoli d'attacco. Sono convinto che ci darà una grande mano.

Di mercato ancora non abbiamo parlato, ma le idee chiare le ho. Ne parleremo quando faremo il summit di mercato. Servono innesti per renderla più omogenea per la mia idea di calcio".

 

Ad accompagnare Iachini in conferenza stampa c'erano il DG Joe Barone e il DS Daniele Pradè: "Nessuno di noi – ha detto Pradè - si aspettava di essere in questa situazione. Ora voglio consapevolezza, la consapevolezza che ogni gara deve essere una battaglia, e sono sicuro che Iachini sia l'uomo giusto per questo. Sono felice di lavorare a stretto contatto con Iachini, persona leale e che ha voglia di lavorare. Voglio vedere una reazione di responsabilità da parte anche di tutti i calciatori". "Il mio affetto e la mia stima per Montella rimarranno sempre immutati. Sicuramente quando si esonera un allenatore – ha precisato Pradè - le colpe vanno sempre divise. Non è sicuramente solo colpa sua".

 

Intanto la squadra da oggi inizierà a lavorare col nuovo tecnico e il primo gennaio 2020 svolgerà un allenamento allo stadio Franchi aperto ai tifosi.

 

 

D.M.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]