firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Processo stragi '93

Brusca scagiona Berlusconi e Dell'Utri come mandanti esterni, ma non nega contatti

"Il nostro referente era Andreotti"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Giovanni Brusca ascoltato questa mattina nell'aula bunker di Santa Verdiana per il processo delle stragi del 93, ha ricordato i rapporti tra Stato e mafia. Il tramite era l'onorevole Salvo Lima, "sempre disponibile, ci aiutava come poteva". Ma non nega rapporti con i vertici nazionali e chiama in causa il presidente Andreotti. Nega invece i contatti con i servizi segreti anche prima delle bombe. Il pezzo forte delle dichiarazioni del pentito riguarda ovviamente Berlusconi, se da un lato scagiona il premier e Dell'Utri quali mandanti esterni delle stragi del '93, dall'altro afferma che tramite Mangano, lo stalliere di Arcore, vennero fatte a Dell'Utri precise richieste. Se non si procedeva a rimuovere il 41 bis ed a bloccare il maxiprocesso, le stragi sarebbero continuate. Dalla politica arrivano le prime reazioni, Veltroni dopo aver premesso che le dichiarazioni di Brusca vanno verificate dalla commissione Antimafia, chiede al presidente Beppe Pisanu di "audire Berlusconi. E' urgente e necessario capire se Berlusconi è stato contattato". Gasparri invece mette in evidenza le parole del pentito riguardanti la trattativa tra Stato e Mafia e la sospensione del 41 bis. "La notizia del giorno - afferma il capogruppo dei senatori del Pdl - è la testimonianza in cui Giovanni Brusca chiama in causa l'ex ministro dell'interno Nicola Mancino, quando il governo era presieduto da Ciampi e il ministro della Giustizia era Conso". Quest'ultimo aveva dichiarato alla commissione Antimafia di aver attenuato il carcere duro a centinaia di boss per limitare la furia stragista della mafia. Si chiede polemico Gasparri: "Solo Conso è il responsabile della sconcertante resa dello Stato ai boss?"

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]