firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
perquisizioni

VIDEO - Tafferugli 25 Aprile, 14 antagonisti denunciati dalla Digos. Tre sono minorenni

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Quattordici antagonisti denunciati, di cui tre minorenni, per i disordini alle celebrazioni del 25 Aprile scorso a Firenze.

 

E' questo l'esito delle indagini svolte dalla Digos.  Sono tutti accusati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale aggravati dal lancio di oggetti pericolosi. 

 

Stamani la Digos ha effettuato una perquisizione, su ordine del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Firenze Antonio Sangermano, nei confronti dei tre minori, di cui due residenti nel capoluogo toscano, mentre un terzo a Pisa.

 

Secondo la ricostruzione delle forze dell'ordine, il collettivo antagonista IAM-Iniziativa Antagonista Metropolitana, lo scorso 25 aprile, ha organizzato un proprio “corteo dell’opposizione sociale” in concomitanza con le celebrazioni pubbliche Istituzionali per la Festa della Liberazione Nazionale, ma ad un certo punto i manifestanti avrebbero deviato dal percorso preavvisato, tentando di sfondare i cordoni di polizia per raggiungere Piazza della Signoria e portare la contestazione sul palco delle autorità.

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]