firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
politiche del territorio

Edilizia privata: si semplificano le procedure e si snelliscono le pratiche

Non ci sarà più bisogno di allegare sempre e comunque l'autorizzazione paesaggistica per rifare anche solo il bagno di casa
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Semplificazione e tempi più brevi nel rilascio delle pratiche e delle autorizzazioni per interventi di edilizia privata. Sono queste le parole d'ordine fatte proprie dal nuovo assessore alle Politiche del Territorio all'Urbanistica Elisabetta Meucci. "In questo siamo stati facilitati - spiega la Meucci - dal mutamento della normativa regionale che ha soppresso la Dia (Dichiarazione di inizio attività) e ha introdotto la Scia (Segnalazione certificata inizio attività)". Con la prima bisognava attendere un periodo di tempo pari a 20 giorni, la seconda invece permette di iniziare subito i lavori.

C'è stato in effetti un calo sensibile nella presentazione di DIA come conferma anche la Meucci; una riduzione che si spiega da un lato con la evidente crisi economica, dall'altra proprio con il forte impegno profuso dagli uffici nel disbrigo delle pratiche edilizie.

"In particolare  -spiega l'assessore -  i permessi a costruire sono passati dai 298 del 2008 ai 56 del 2011 (dati aggiornati al 17 ottobre scorso); di queste ultime 56 pratiche, 28 sono in istruttoria, 8 sono già definite e 20 da istruire. Mentre per quanto riguarda le DIA sono passate dalle 5.750 del 2008 alle 2428 del 2011"
E proprio sulle SCIA c’è da segnalare una importante novità introdotta dal Comune di Firenze. “Quello che eventualmente poteva rallentare la presentazione delle DIA – ha detto l’assessore - era la necessità di allegare sempre e comunque l’autorizzazione paesaggistica; un appesantimento che riguardava gli immobili situati nell’80% del territorio fiorentino. Ma oggi si è pensato di risolvere questo problema per gli interventi che non hanno bisogno di autorizzazione paesaggistica, prevedendo nei modelli di SCIA una dichiarazione del progettista incaricato, che attesta come l’intervento rientri in una delle fattispecie previste dalla legge che non richiedono tale preventiva autorizzazione. Ovviamente, nei casi in cui l’autorizzazione paesaggistica sia necessaria, sarà compito del professionista munirsi della predetta autorizzazione. E’ altrettanto certo che un minor numero di domande di autorizzazione paesaggistica renderà più spedito il rilascio delle stesse autorizzazioni da parte del Comune, quando questo è obbligatorio per legge”.
Da parte sua, il direttore dell’Urbanistica Domenico Palladino, ricordando che il nostro Regolamento Edilizio prevedeva un controllo ‘a sorteggio’ delle DIA in una percentuale non inferiore al 30%, ha spiegato che “in realtà il forte impegno degli uffici al controllo del territorio ha fatto sì che venisse verificata nel corso degli anni una percentuale ben superiore di quella prevista dal Regolamento. E sicuramente tale attività non ha bloccato l’attività edilizia: le DIA presentate, a meno che non fossero espressamente bloccate dagli uffici, diventavano operative decorsi 20 giorni dal deposito in Comune. E ugualmente i dati dimostrano come sia stata efficace anche l’attività degli uffici relativamente ai permessi di costruire”.

Uno snellimento delle pratiche viene annunciato dall'assessore Meucci anche nel settore dell'Edilizia priduttiva e in particolare tutti quei lavori che richiedevano fino a ieri l'autorizzazione delle Asl. Per esempio tutti quegli interventi di adeguamento degli ambienti di lavoro da ora potranno essere realizzati bypando tale richiesta di autorizzazione.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]