firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
la pancia - rtv38

VIDEO - Lorenzo Orsetti, un uomo che credeva in un mondo più giusto

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Fiorentino di Rifredi. 33 anni. Orso è il “crociato italiano” ucciso dall'Isis durante un combattimento a Baghuz, l'ultima roccaforte degli estremisti in Siria.

 

Bello, simpatico, apprezzato ed amato da chi gli stava a fianco e oggi lo ricorda tra un misto di rabbia e commozione.

 

Lorenzo dopo il diploma aveva lavorato per 13 anni nell'alta ristorazione. Dal cameriere al sommelier fino alle esperienze come cuoco.

 

"Mi sono avvicinato alla causa curda perchè mi convincono gli ideali che la ispirano, vogliono costruire una società più giusta più equa", raccontava a chi gli chiedeva della sua scelta.

 

"L'emancipazione della donna, la cooperazione sociale, l'ecologia sociale e, naturalmente, la democrazia. Per questi ideali sarei stato pronto a combattere anche altrove, in altri contesti. Poi è scoppiato il caos a Afrin e ho deciso di venire qui per aiutare la popolazione civile a difendersi" spiegava deciso in una delle tante interviste dal fronte,

 

Eh sì perchè Lorenzo oltre un anno e mezzo fa, lascia la sua vita di tutti i giorni e parte. Si arruola con le truppe curde delle Unità di protezione dei popoli, gli Ypg, le milizie impegnate nell’offensiva nell’est della Siria con le Forze siriane democratiche.

 

I suoi compagni gli attribuiscono il nome di battaglia di Tekoşer, il lottatore.

 

Partecipa alla liberazione della città di Afrin dall'invasione dei miliziani dello Stato Islamico.

 

Sceglie di imbracciare le armi e combattere per i valori di giustizia e libertà, per la difesa dei popoli oppressi.

 

Lorenzo Orsetti non è un fanatico religioso né un Foreign fighters, fa una scelta. Coraggiosa. Folle. Suicida. Incomprensibile a molti.

 

Andare a combattere per dei valori. Quasi fosse fuori dal tempo in cui viviamo.

 

Orso, partigiano senza confini.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]