firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Grassi (ListaSpini) "Preoccupati per le emergenze ambientali"

"Non vorremmo che Firenze si trovasse impreparata"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

La città di Firenze sarebbe completamente impreparata ad affrontare emergenze ambientali: sismiche, idrauliche e climatiche: è quanto rilevato dalla commissione della Protezione Civile nella persona di Luigi Brandi. Il consigliere comunale della Lista Spini, Tommaso Grassi, ha espresso "profonda preoccupazione. La città di Firenze è completamente priva dei piani d’emergenza per i rischi ambientale, della neve e aeroportuale e anche i piani per il rischio sismico e idraulico sono inadeguati alla reale situazione e parziali nell’affrontare il problema. “Verificheremo come mai il Comune si trova in una situazione così allarmante di arretratezza nella elaborazione e nella messa in atto dei piani in caso di emergenza - aggiunge Grassi - Non vorremmo sicuramente che Firenze debba trovarsi impreparata in futuro di fronte ad eventi straordinari, ma che stanno divenendo sempre più all’ordine del giorno. Aspettiamo con ansia la presentazione da parte degli uffici comunali del nuovo piano pluri-rischio, che individui il modello d’intervento in caso di emergenza e che accentri in un unico soggetto il compito di coordinare e gestire i diversi attori coinvolti – conclude Grassi – Sicuramente siamo usciti dalla Commissione ancor più preoccupati di quanto lo eravamo prima di sentire il quadro presentato dall’Ufficio comunale della Protezione Civile”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]