firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Il giorno del Ricordo arriva per la prima volta a Palazzo Vecchio

Intervista a Torselli (PdL):"Giani e Di Giorgi: questa la sinistra intelligente"

" Il 5 febbraio mi auguro di vedere anche Renzi"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

“Le accuse dei giovani del Pd apparse sulla stampa di oggi sono pretestuose, di cattivo gusto, ma soprattutto irresponsabili", così ha commentato in un comunicato stampa Francesco Torselli le dichiarazioni rilasciate all'Unità da Andrea Giorgio segretario giovani democratici di Firenze. "I morti sono di tutti" avrebbe detto il segretario GD contestando alla destra il fatto di voler appropriarsi del giorno della ricorrenza dei martiri delle Foibe.
Francesco Torselli, consigliere comunale Pdl nell'intervista che segue ha cosi replicato:
"Resto stupefatto che un'osservazione simile giunga da un esponente Pd, dunque erede dei Ds e del Partito Comunista che per 50 anni ha volutamente taciuto su questi crimini, tenendo segreta questa orribile pagina di storia. Quanto all'accusa di volersi appropriare dei morti rispondo che se non ci fosse stato il PdL a Firenze questi caduti nessuno li avrebbe ricordati, quindi dico menomale".
Perché secondo lei questa ricorrenza continua ancora a dividere? E'così difficile creare una memoria condivisa?
"La verità è che purtroppo esiste una parte della sinistrra che ancora non riesce a fare i conti col proprio passato. I martiri delle Foibe sono stati 30.000 e 350.000 gli esuli; ma i responsabili di tali crimini non furono solo Tito e i suoi ma anche molti dei partigiani comunisti italiani attivi durante la guerra civile sul fronte orientale e non solo durante la II guerra mondiale ma anche immediatamente dopo".
La tesi sostenuta da una parte della sinistra è che le Foibe sono state una risposta militare all' italianizzazione forzata ad opera del fascismo.
"La contestazione che giunge dalla sinistra è sostanzialmente di due tipi: una è rappresentata dalla sinistra radicale che non solo non riconosce l'eccidio ma addirittura inneggia agli assassini; ne è un esempio la scritta comparsa oggi in via Gioberti. L'altra, invece, riconosce tale eccidio ma lo definisce una risposta militare al fatto che il fascismo ha tentato di colonizzare quelle terre. Di fatto tale teoria si fonda su di un errore storico: dire che si sia trattato di una reazione di popolo sul finire della guerra contraddice i documenti che testimoniano decine di migliaia di morti tra cui donne incinte, bambini, suore e non un centinaio di gerarchi fascisti come tale tesi presupporebbe. La verità è che si è trattata di una vera e propria pulizia etnica."
Eppure c'è una parte della sinistra fiorentina e mi riferisco in particolare al Presidente del Consiglio Giani che l'anno scorso era presente insieme a voi il giorno del corteo. Oggi, invece, paradossalmente è un esponente giovane del Pd che fa un passo indietro e forse anche più d'uno
"Mi piace sottolineare come il Presidente Giani e l'assessore Rosa Maria DI Giorgi siano esempi di due persone di sinistra che ammiro perchè hanno dimostrato l'intelligenza e la capacità di costruire una memoria collettiva. Giani l'anno scorso ci raggiunse in Largo Martiri delle Foibe al momento della deposizione della corona e oggi la Di Giorgi, pur non essendo tenuta a farlo, ha convocato me e Jacopo Cellai per studiare insieme la maniera di celebrare quest'anno in Palazzo Vecchio la Giornata del Ricordo che cade il 10 febbraio.
I giovani democratici, invece, sono allarmati dalla perdita di consensi: a Firenze i ragazzi di sinistra militano per lo più nei centri sociali. La comunità giovanile della destra fiorentina al contrario è tra le più importanti d'Italia numericamente parlandO seconda solo a Roma e a Palermo. Interpreto tali dichiarazioni come un'espressione di invidia e rabbia. Mi aspetto che il gruppo consigliare del Pd prenda le distanze da tali affermazioni. Quest'anno saremo presumibilmente il doppio dell'anno scorso, sfileremo senza simboli di partito ma solo con il tricolore e mi auguro di veder arrivare anche Renzi".
Dopo la commemorazione del 25 aprile da parte di Berlusconi, tutto è possibile.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]