firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

NO TAV A PALAZZO VECCHIO, ANCORA TANTE LE DOMANDE E I DUBBI

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - italia domani

Questo pomeriggio nella sala Miniature di Palazzo Vecchio si è parlato di TAV alla presenza dell’architetto Maurizio De Zordo e all’urbanista Alberto Ziparo, entrambi coordinatori del gruppo tecnico sull'Alta Velocità presso il dipartimento di urbanistica dell'Università di Firenze. Con loro anche Stefano Lenzi, responsabile Settore legislativo WWF, l’Ingegnere progettista Massimo Perini e l’esperto di infrastrutture e del sistema appalti e Grandi Opere Ivan Cicconi, il cui intervento, sebbene l’ultimo, è stato forse quello che più ha tenuto alta l’attenzione della platea. Racconta di aver cominciato ad occuparsi di Alta Velocità nel 1993 e il suo giudizio prescinde dal caso fiorentino, la sua è una vautazione di portata generale che non risparmia proprio nessuno: politica e impresa su tutti, il governo Berlusconi, come quello Prodi, passando per i più grandi imprenditori italiani. Ricorda anzi che "la NTV, società di trasporto ferroviaria targata Montezemolo-Della Valle-Punzo nata nel 2006 con circa un milione di capitale iniziale (circa 300mila euro a testa) ha stipulato un contratto con RFI per la gestione TAV in tempi record proprio sotto il governo Prodi, e tale contratto ha ricevuto la piena legittimità con un decreto a firma dell’allora Ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro e del Ministro dei trasporti Bianchi". Dopo 17 anni la conclusione a cui giunge Cicconi è che "il modello TAV è quanto di più adatto e conforme al nuovo sistema di relazioni tra il mondo delle imprese e il mondo della poltica. E’ il manifesto ideologico di questa classe dirigente spacciatoci come il Futuro, mentre oggi si continua a vivere in un eterno presente". A detta dei convenuti il progetto esecutivo dell'Alta Velocità su Firenze sarebbe ancora troppo lacunoso e troppi i rischi che esso comporterebbe a cominciare dal lungo periodo di lavori, 10 anni, che "causerebbe - dice il professor Zivaro - un continuo sciame sismico a cui saranno sottoposti edifici e monumenti senza contare l'impatto ambientale e il disagio sociale per via del rumore e delle polveri".
Allarmanti e preoccupanti le considerazioni in ambito più strettamente tecnico illustrate dall’Ing. Perini che evidenzia almeno due enormi lacune nel progetto esecutivo: innanzitutto la gestione e lo smaltimento delle terre di scavo, il cui volume ammonterebbe una volta estratto a oltre 4milioni di metri cubi poi il danno agli edifici e in secondo luogo l'instabilità superficiale che ne deriverebbe. Eppure un progetto alternativo ci sarebbe, è quello ideato proprio dai tecnici dell’Università di Firenze che consiste nel potenziamento delle linee di superficie già esistenti, il tutto a un costo di 300 milioni contro 1 miliardo e 500 milioni, la cifra dichiarata, della TAV; in effetti se ne prevedono 3 miliardi. Ma la Regione e il sindaco in questo senso, dicono gli esperti, non hanno mai dato risposte convincenti ed esaurienti. "Chiediamo pertanto - conclude Perini - che venga istituita una Commissione di vigilanza che dia risposte concrete alle domande dei cittadini".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]