firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
14 dicembre 2010

ilsitodiFirenze.it, dieci anni di notizie. Buon compleanno a noi

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Il 14 dicembre 2010 abbiamo pubblicato la nostra prima notizia, e quindici giorni dopo abbiamo registrato la testata giornalistica al Tribunale di Firenze.

Dieci anni di notizie. Dieci anni di folle passione per Firenze e per l’informazione. Un percorso fatto di sacrificio, umiltà e costante lavoro quotidiano.

 

Abbiamo raccontato la trasformazione di Firenze in questo decennio, con i passaggi più significativi dello sviluppo di questa città. Abbiamo visto cambiare due sindaci, due proprietà della Fiorentina. Abbiamo raccontato la nascita di due tramvie, l'espansione dei quartieri e i cambiamenti sociali e culturali di questa città. Abbiamo scritto pagine di cronaca nera, dalla microcriminalità agli affari delle mafie a Firenze e in Toscana. Ma abbiamo seguito anche l'anima creativa di una città in continuo movimento, che ha saputo rendere contemporanea la sua bellezza.

 

Ma una delle sfide più suggestive che ci siamo posti è stata quella dell'autorevolezza dell'informazione del web. Nel 2010 ancora non conoscevamo così diffusamente né il potere di internet, né l'esistenza delle fake news, ma il potenziale della Rete, tra velocità e capacità di rivolgersi a masse di persone, andava reso, nel nostro microscopico mondo, più autorevole.

 

Perchè, a prescindere dalla pandemia da coronavirus, il periodo storico in cui viviamo è ricco di avvenimenti molto importanti ed esige un'attenzione costante ai cambiamenti in atto. Ma la grande necessità di capire, comprendere, pensare e restare aggiornati, è collegata alla crescente sfiducia nel giornalismo, aumentata dalla presenza di dati falsi o contrastanti reperibili proprio sul web.

 

Del resto, fare informazione vuol dire mettere al corrente qualcuno di qualcosa. Esempio banale. Se ieri un gatto è cascato da un albero in piazza e si è rotto una zampa, il titolo “Gatto cade dall'albero in piazza” è una notizia, mentre “Sfiorata tragedia in piazza” non lo è. Quando l'obiettivo non è più l'informazione ma il click, l'oggettività è persa, così come la credibilità della fonte.

 

Ovviamente non bisogna generalizzare, perchè la professionalità esiste ancora, ma è necessario riuscire a riconoscerla, districandosi dalla fitta rete di cattiva informazione ormai fin troppo estesa.

 

Per questo dobbiamo difendere l'informazione web, perchè è presente e futuro. Con i fatti, quindi con le notizie.

E' questo il filo conduttore che ci ha mosso in questi primi dieci anni. Siamo e rimarremo un giornale al servizio dei cittadini e rispondiamo delle nostre scelte esclusivamente ai nostri lettori. Non è poco di questi tempi, in cui nelle tv i giornalisti sostituiscono o spalleggiano partiti e politici.

 

Rivendichiamo con orgoglio la nostra libertà. Anche per questo motivo non riceviamo finanziamenti o contributi pubblici e questo aspetto, negli anni, ci ha fatto più volte riflettere se era il caso di continuare o meno in un progetto fatto di passione quotidiana.

 

In questi anni le nostre notizie sono state lette da oltre 8 milioni di persone e i nostri servizi, video e reportage sono stati visti oltre 10 milioni di volte. Le inchieste che abbiamo pubblicato sono state citate da tv e media nazionali.

 

Il nostro scopo continuerà ad essere quello di fornire un'informazione libera, corretta ed essenziale al servizio di chi legge e guarda.

 

Tutto questo è stato possibile soltanto alla professionalità di chi, in questi anni, ha svolto un lavoro al servizio dell'informazione di Firenze. Grazie, per questo motivo, soprattutto a Donato Mongatti, collega e colonna di questo giornale.

 

Grazie a Domenico Rosa, che ha contribuito alla nascita e alla crescita di questo giornale. Grazie a Costanza Castiglioni, che ci ha accompagnato in questi anni con argomenti che hanno 'aperto' il nostro giornale a nuove tematiche.

 

Grazie a Giovanni Donzelli. Con lui è nato ilsitodiFirenze.it e sotto la sua linea editoriale non c'è mai stata un'interferenza su argomenti e fatti da trattare.

 

Ma soprattutto grazie a Firenze e ai fiorentini. Che ogni giorno ci leggono, che ogni giorno ci criticano e ci sostengono. Grazie ai nostri lettori.

 

Perchè fare il giornalista è un mestiere bello e avvincente. Ma sapere di farlo per servire la città di Firenze è una grande soddisfazione, che ti rende consapevole degli oneri e degli onori della storia di questa città.

 

Evviva Firenze, evviva l'informazione viva. E buon compleanno a noi.

 

Matteo Calì

Direttore de ilsitodiFirenze.it

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]