firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
21 giugno - 19 agosto

71ª Estate Fiesolana: il programma dell'edizione 2018

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it
Evento
Data Evento: 
Giov, 21/06/2018 - 21:15 - Dom, 19/08/2018 - 15:46
luogo: 
Teatro Romano, Via Portigiani 1 - Fiesole (FI)

Prg srl e Associazione Music Pool, aggiudicatarie del bando per la gestione del Teatro Romano di Fiesole, unitamente alla Amministrazione Comunale di Fiesole, si occuperanno del CARTELLONE della 71° edizione di Estate Fiesolana.

Il programma si concentra tra il 21 giugno ed il 19 agosto, puntando a cogliere diversi aspetti della proposta artistica, con la presenza di alcuni tra i più popolare personaggi dello spettacolo dal vivo, senza rinunciare ad una attenzione all’aspetto creativo.

Un’ edizione ricca di eventi, dal teatro alla musica, alla performance, con le 6 serate dedicate al racconto dell’Iliade e la partecipazione di artisti come Roberto Vecchioni, Stefano Bollani, Bobo Rondelli, Neri Marcorè con lo spettacolo tributo alla canzone di De André, Elio Germano con la nuova versione di Viaggio al Termine della notte, gli Avion Travel ed altri ancora.

Oltre ai titoli finora in programma ne seguiranno altri che verranno annunciati insieme agli eventi che comporranno un cartellone di ospitalità.

L’Estate Fiesolana è il più antico festival multidisciplinare all’aperto d’Italia e si svolge ogni estate in un ambiente affascinante quale il Teatro Romano, il primo teatro antico in Italia ad aver nuovamente accolto la tragedia classica, con la rappresentazione dell’Edipo Re il 20 aprile del 1911. In un secolo dal suo prestigioso palcoscenico sono passati alcuni dei più importanti nomi del teatro, della danza, della musica e del cinema mondiali divenendo così un pezzo importantissimo della storia dello spettacolo italiano.

La programmazione è proceduta negli anni in modo frammentario fino al 1947 con la nascita del Festival Estate Fiesolana.

Fino al 2016 l’Estate Fiesolana è stata gestita interamente dal Comune di Fiesole e si presenta strutturata in quattro sezioni: teatro, musica classica, jazz e cinema.

La scorsa edizione del 2017 ha visto succedersi sul palco del Teatro Romano di Fiesole vari artisti tra i quali Amanda Sandrelli e Vinicio Capossela nel progetto Odissea - Un racconto mediterraneo, Fabrizio Moro, Richard Galliano, Peter Hook, Drusilla Foer, Jacob Collier, Daniele Silvestri.

Ad arricchire l’offerta dell’edizione 2018 alcune novità per i frequentatori del Teatro Romano:

- I possessori del biglietto per lo spettacolo previsto nella serata potranno visitare gratuitamente dalle ore 20,00 alle ore 21,30 il Museo Civico Archeologico di Fiesole che conserva materiali delle culture Villanoviane, Etrusche, Romane e Longobarde.

- Grazie al sostegno offerto dall’azienda Dorin, in occasione degli spettacoli che termineranno tra le 23 e le 23,30 verrà attivato un servizio navetta speciale che partendo da Piazza Mino da Fiesole arriverà fino a Piazza Stazione a Firenze.

  • Tutti i giorni di spettacolo del ciclo ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO verranno eseguiti a cura della Scuola di Musica di Fiesole i Concerti al Tramonto, ad ingresso libero, sulla terrazza del Teatro Romano.

     

 

 

 

  • TEATRO ROMANO DI FIESOLE - ingresso Via Portigiani 3, FIESOLE (FI)

INIZIO SPETTACOLI ore 21,15

PREVENDITA BIGLIETTI e ABBONAMENTI presso:

BOX OFFICE sede centrale Via delle Vecchie Carceri 1, Firenze

Tel 055-21.08.04 ORARIO lunedì/venerdì ore 10.00.00-19.00 - sabato ore 10.00-14.00

Circuito Regionale Box Office Lista completa su www.boxofficetoscana.it

ON-LINE www.ticketone.it www.boxofficetoscana.it

Vendita Telefonica 055-21.08.04 ORARIO 10.30 – 18.00

Biglietteria Teatro Romano di Fiesole - Via Portigiani 3, Fiesole - tel. 055.5961293 aperta da un’ora prima degli spettacoli.

ESTATE FIESOLANA 71 CARD

CARNET di cinque spettacoli a scelta ad euro 100,00

ABBONAMENTO – ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

È previsto un abbonamento a tutti e 6 gli episodi ad euro 40,00 (intero) ed euro 30,00 (studenti) acquistabile fino al 28 giugno.

RIDUZIONI

Dove previste, hanno diritto alla riduzione sull'acquisto dei biglietti:

under 18, over 65, residenti nei Comuni di Fiesole, Soci Coop Unicoop Firenze.

INFO 055-667566 - 055.210804 - 055-240397

TUTTI gli eventi su www.estatefiesolana.it

 

 

 

 

Il cartellone 2018

giovedì 21 giugno

FESTA EUROPEA DELLA MUSICA

EZIO BOSSO direttore e solista

PREMIO ABBIATI PER LA SCUOLA E PREMIO ABBADO

ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA

L'Orchestra Giovanile Italiana sarà protagonista della Festa Europea della Musica insieme al Maestro Ezio Bosso,poliedrico musicista lanciato in una straordinaria carriera internazionale di direttore, pianista e compositore, nonché testimone ufficiale della Festa per il 2018.

Nella notte del solstizio d'estate, in cui tutta l’Europa celebra la musica, Fiesole ospita l’evento di punta della Festa Europea della Musica, con l’OGI diretta da Ezio Bosso ad innalzare Un inno alla gioia - questo il titolo scelto per la serata - e filo conduttore dell’intera Festa - attraverso immortali capolavori beethoveniani, quali l’Ouverture Leonora n. 3 e la Quinta Sinfonia. Ezio Bosso siederà anche al pianoforte, per un’incursione nel suo repertorio di compositore. Il concerto è realizzato dal Mibact e l’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica, in collaborazione con la Commissione Europea - rappresentanza in Italia, la Siae, il Comune di Fiesole e la Scuola.

Ingresso libero su prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.Prenotazioni online attive dal 31 maggio 2018 sul sito www.scuolamusicafiesole.it

mercoledì 27 giugno

ROBERTO VECCHIONI

LA VITA CHE SI AMA TOUR

Come nel libro dal quale prende nome il Tour, Roberto Vecchioni ci conduce in un viaggio personale lungo quello che chiama il tempo verticale, uno spazio che tiene uniti tra loro passato presente e futuro, dove nulla si perde. D’altronde “la felicità non è un angolo acuto della vita o un logaritmo incalcolabile o la quadratura del cerchio: la felicità è la geometria stessa”.

Il tempo ripercorso attraverso le canzoni che hanno segnato tanti momenti e alle quali l'artista attinge per costruire un vero e proprio manuale su come imbrigliare la felicità, senza farla scivolare via finché non diventa soltanto un ricordo.

giovedì 28 giugno 2018

VALERIO MASSIMO MANFREDI

ILIADE LA PRIMA GUERRA MONDIALE

ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

progetto e regia Sergio Maifredi produzione Teatro Pubblico Ligure

direttore di produzione Lucia Lombardo consulenza letteraria Giorgio Ieranò e Matteo Nucci

ILIADE fa parte del progetto Iliade Odissea Eneide Un racconto mediterraneo e va in scena dal 2011 nei siti archeologi e nei teatri antichi d’Italia grazie a STAR - Sistema Teatri Antichi Romani, progetto del Teatro Pubblico Ligure nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi: Parole antiche per pensieri nuovi. ILIADE è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. ILIADE è il poema dell’ira. Dell’ira nera, suicida, che fino a che permane porta autodistruzione. ILIADE è il poema della forza. Iliade è il poema della guerra. Di tutte le guerre, non diverse oggi dai tempi di Omero.

ILIADE è un racconto della prima guerra del mediterraneo e quindi la prima guerra mondiale.

ILIADE è l'archetipo, il paradigma delle guerre che verranno. Nei suoi versi ci sono il conflitto, l'ira, l'eroismo, il dolore, il rancore, l'amore, il sangue, le armi, la paura, le madri, le spose, i padri, i figli ma soprattutto vi è la morte. La nera morte umanamente temuta, la bella morte eroicamente cercata. La morte che è fine di tutto e che merita rispetto. Achille piangerà assieme a Priamo, il re nemico. Piangeranno insieme, l’uno il corpo dell’amico Patroclo, l’altro il corpo del figlio, Ettore. La guerra riprenderà, Troia sarà rasa al suolo, ma per un attimo la morte impone la tregua per celebrare il funerale di Ettore, domatore di cavalli

venerdì 29 giugno

AVION TRAVEL

PRIVÉ

Peppe Servillo, voce

Mario Tronco, tastiere

Duilio Galioto, piano e tastiere

Peppe D’Argenzio, sax

Ferruccio Spinetti, contrabbasso

Mimì Ciaramella, batteria

Gli Avion Travel si sono ricongiunti in formazione originale per quello che è stato il Retour nel 2014, poi protrattosi fino agli inizi del 2017; tre anni in cui la band è stata protagonista di più di 100 concerti, riscoprendo l’intesa e l’affiatamento, ma soprattutto ritrovando un pubblico sempre affezionato e in attesa di nuova musica. Nell’estate del 2017 dopo la scomparsa di Fausto Mesolella e un periodo di esitazioni e riflessioni, il tour è ripreso in quintetto con la new entry di Duilio Galioto alle tastiere. Dal 2003 ad oggi naturalmente gli Avion Travel non hanno abbandonato la loro attività, grazie alle molte pubblicazioni, omaggi, cover, riedizioni e vari tour con formazioni diverse e ridotte.

sabato 30 giugno

Orchestra da Camera Fiorentina

Direttore GIUSEPPE LANZETTA

Pianoforte solista Fabio Witkowski

Violino solista Ralph Evans

Violoncello solista Niklas Schmidt

Musiche

G. Rossini: Ouverture da “L’Italiana in Algeri”

L. V. Beethoven: Triplo concerto per pianoforte, violino e violoncello in Do maggiore Op.56

L. V. Beethoven: Sinfonia n°8 in Fa maggiore Op.93

lunedì 2 luglio

NERI MARCORÈ

COME UNA SPECIE DI SORRISO Omaggio a Fabrizio De André

Gnu Quartet e Orchestra Sinfonica ARTeM

Un poliedrico artista apprezzato come attore di cinema, teatro e televisione, un quartetto dal singolare organico strumentale (violoncello, violino, flauto, viola) e una grande orchestra sinfonica, omaggiano uno dei più grandi poeti del cantautorato italiano partendo dal verso di una delle sue canzoni più famose, “Il pescatore”. In Come una specie di sorriso c’è il Fabrizio De Andrè, anche quello meno conosciuto, che Neri Marcorè, qui nelle vesti di cantante e chitarrista, più ama. Il De Andrè che tutti amano. Un repertorio, impreziosito dagli arrangiamenti sofisticati di Stefano Cabrera (GnuQuartet), che trascinerà il pubblico in un emozionante viaggio musicale attraverso i versi immortali del grande Faber.

mercoledì 4 luglio

GIANNI MAROCCOLO

NULLA È ANDATO PERSO

E’ il concerto concepito da Gianni Maroccolo per portare sul palcoscenico l’album VDB23 / NULLA È ANDATO PERSO da lui realizzato con Claudio Rocchi e pubblicato dopo la scomparsa del grande musicista e amico.In origine, lo spettacolo è andato in scena nella prima metà del 2016, raccogliendo unanimi e sinceri consensi di critica e di pubblico. Nell’arco di ventitré date ha coperto quasi tutta la penisola, affiatando il gruppo costituitosi appositamente attorno al progetto: oltre a Gianni Maroccolo (basso, synth) che si sposta dalle retrovie al centro del palco, Andrea Chimenti (voce, pianoforte, chitarra), Antonio Aiazzi (tastiere, fisarmonica), Beppe Brotto (sitar, esraj, chitarre), Simone Filippi (batteria e percussioni). Oltre a loro, numerosissimi ospiti di rilievo hanno arricchito diversi concerti: Alessandra Celletti, Cristiano Godano, Francesco Magnelli, Ghigo Renzulli, Ginevra Di Marco, Vittorio Cosma e molti altri. La proposta riprende la strada nel 2018, parzialmente rinnovata nel repertorio ma invariata nella sostanza: la “carovana”, come Gianni la battezzò all’inizio del precedente tour, è rodata e affidabile, e dispensa due ore abbondanti di musica, inframmezzate dalle storie raccontate in prima persona dalla voce di Gianni.

giovedì 05 luglio

ALESSANDRO RICCIO

LA MORTE DI PATROCLO canto XVI – XVII

ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

progetto e regia Sergio Maifredi produzione Teatro Pubblico Ligure

direttore di produzione Lucia Lombardo consulenza letteraria Giorgio Ieranò e Matteo Nucci

ILIADE fa parte del progetto Iliade Odissea Eneide Un racconto mediterraneo e va in scena dal 2011 nei siti archeologi e nei teatri antichi d’Italia grazie a STAR - Sistema Teatri Antichi Romani, progetto del Teatro Pubblico Ligure nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi: Parole antiche per pensieri nuovi. ILIADE è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. ILIADE è il poema dell’ira. Dell’ira nera, suicida, che fino a che permane porta autodistruzione. ILIADE è il poema della forza. Iliade è il poema della guerra. Di tutte le guerre, non diverse oggi dai tempi di Omero.

Patroclo, compagno di Achille, più anziano di lui e con lui cresciuto fin da bambino, vedendo che la scelta di Achille di ritirarsi dalla battaglia sta infliggendo dolorose perdite all’esercito greco, lo supplica di poter indossare le sue armi. Al solo vederle i troiani fuggiranno lontano dalle navi greche che ora rischiano di essere date alle fiamme. Achille concede le armi all’amico ma si raccomanda che non si spinga oltre nel campo nemico. Sappiamo che così non sarà: Patroclo avanza, compiendo una strage, fino a che non si trova di fronte Ettore, il più forte eroe dell’esercito troiano. Il duello è inevitabile. Patroclo cade a terra trafitto. Fa appena in tempo, morendo, a sussurrare a Ettore che il suo destino è ormai segnato. Achille lo vendicherà.

sabato 7 luglio

ELIO GERMANO e TEHO TEARDO

VIAGGIO AL TERMINE DELLA NOTTE

liberamente tratto dal capolavoro di LOUIS-FERDINAND CÉLINE

Elio Germano, voce

Teho Teardo, chitarra, live electrionics

Laura Bisceglia, violoncello

Ambra Chiara Michelangeli, viola

Elena De Stabile, violino

Quello che vedremo è la versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi dello spettacolo teatrale che Elio Germano e Teho Teardo portano avanti dal 2012, anno in cui è iniziata la prima tournée che ebbe come prima tappa Genova, città dove è stato ambientato il film Diaz, che vanta la presenza dei due artisti, l’uno come attore, l’altro come autore della colonna sonora.

Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Elio Germano, Teardo ripercorre musicalmente alcuni frammenti del “Viaggio” restituendo, in una partitura inedita, la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura che ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione di archi, chitarra e live electronics. Una fusione di sonorità cameristiche che guardano a un futuro tecnologico nel quale, le immagini evocate dal testo interpretato da Germano, si inseriscono nelle atmosfere cinematiche di Teardo; un succedersi di eventi sonori e verbali dove la voce esce dalla sua dimensione tradizionale fino a divenire suono.

martedì 10 luglio

STEFANO BOLLANI

QUE BOM

Stefano Bollani, pianoforte

Jorge Helder, contrabbasso

Jurim Moreira, batteria

Armando Marçal, percussioni

Thiago da Serrinha, percussioni

Stefano Bollani, dopo il grande successo di Carioca del 2007, torna al suo grande amore per le sonorità brasiliane con QUE BOM, disco e tour dall’estate 2018. Ma se Carioca rileggeva grandi temi brasiliani, QUE BOM, realizzato interamente nel cuore pulsante di Rio, è composto quasi interamente da brani inediti e originali di Bollani, che così racconta la genesi di questo nuovo, atteso progetto: “Avevo voglia di farmi circondare dalle percussioni perché il pianoforte fa parte della loro stessa tribù. Sono da sempre innamorato della musica brasiliana, che utilizza l’armonia del jazz sposandola con ritmi di origine africana. Quelli di Que Bom sono brani che ho scritto un po’ ovunque nel mondo, ma che guardano a quel sincretismo, al suono avvolgente delle percussioni brasiliane, a quella vitalità ed energia uniche”.

giovedì 12 luglio

MONI OVADIA

L’IRA DI ACHILLE canto I

ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

progetto e regia Sergio Maifredi produzione Teatro Pubblico Ligure

direttore di produzione Lucia Lombardo consulenza letteraria Giorgio Ieranò e Matteo Nucci

ILIADE fa parte del progetto Iliade Odissea Eneide Un racconto mediterraneo e va in scena dal 2011 nei siti archeologi e nei teatri antichi d’Italia grazie a STAR - Sistema Teatri Antichi Romani, progetto del Teatro Pubblico Ligure nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi: Parole antiche per pensieri nuovi. ILIADE è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. ILIADE è il poema dell’ira. Dell’ira nera, suicida, che fino a che permane porta autodistruzione. ILIADE è il poema della forza. Iliade è il poema della guerra. Di tutte le guerre, non diverse oggi dai tempi di Omero.

In principio è l'ira, il cieco furore che tutto muove. L'ira è la protagonista dell'Iliade, il poema dalla forza, così come l'uomo è il protagonista dell'Odissea, il poema dell'intelligenza.

Una grande orazione di Moni Ovadia contro ogni guerra.

venerdì 13 luglio

BOBO RONDELLI

ANIME STORTE TOUR

Fabio Marchiori: piano, tastiere

Simone Padovani: batteria

Stive Lunardi: violino

Valerio Fantozzi: basso

Matteo Pastorelli: chitarre

Il cantautore, poeta, attore e performer livornese Bobo Rondelli continua a vivere la sua seconda giovinezza artistica e per comporre questo disco si fa ispirare dalla figura delle persone semplici dei giorni nostri, virtualmente ingolfati di amicizie social, ma realmente sempre più soli e alienati. È stato proprio il singolo "Soli", nelle radio da settembre, ad anticipare l'intero lavoro, seguito da un bellissimo video di Tommy Antonini. La produzione e gli arrangiamenti sono affidati alle sapienti mani di Andrea Appino (Zen Circus), nel disco anche la partecipazione di Bocephus King e Francesco Pellegrini (Zen Circus).

sabato 14 luglio

Terrazza del Teatro Romano

MARIALY PACHECO

DUETS

Marialy Pacheco piano

Joo Kraus, tromba

Marialy Pacheco suona in modo sorprendente. Pianista affascinante e sorprendente, passa dal percussivo allo swing con una delicatezza del tocco che crea profondità e piacere frizzante allo stesso tempo. I critici jazz dicono che suona musica classica, ama il blues, Monk e Ellington ed è swings come il diavolo. Nella sua musica ci sono Cuba e i Caraibi ma chi si aspetta un gusto di salsa si sbaglia. Marialy Pacheco ha uno stile percussivo che richiama subito alla mente Keith Jarrett e le linee melodiose di Oscar Peterson. Non stupisce che sia stata la prima donna a vincere il prestigioso Montreaux Jazz Piano Competition e la prima pianista jazz del mondo ad essere nominata ufficialmente "Bösendorfer Artist” Marialy Pacheco e Joo Kraus sono un incontro musicale unico, una combinazione che crea un suono nuovo e fresco; il risultato della miscela fra musica tradizionale cubana, ritmi afro-cubani, jazz contemporaneo e sonorità dei migliori club d’Europa.

mercoledì 18 luglio

Terrazza del Teatro Romano

ORCHESTRA NAZIONALE JAZZ GIOVANI TALENTI

Direttore PAOLO DAMIANI

Camilla Battaglia e Costanza Alegiani, voci

Mattia Feliciani e Simone Alessandrini, sax

Giacomo Tantillo e Francesco Fratini, tromba

Michele Fortunato, trombone

Federico Zaltron, violino

Manuel Magrini, pianoforte

Massimo Imperatore, chitarra

Enrico Smiderle, batteria

Paolo Damiani, contrabbasso e direzione

L’orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti (ONJGT) rappresenta un formidabile spaccato di giovani musicisti che si cimenteranno con un repertorio a cui hanno contribuito grandi voci della scena nazionale contemporanea. L’organico sarà diretto dal contrabbassista, violoncellista e compositore Paolo Damiani. La band comprende 11 talenti tra i migliori emersi in Italia negli ultimi anni e presenta un organico inusuale, che propone anche due voci femminili e un violino, oltre ai fiati e alla sezione ritmica.

Paolo Damiani, che dirige e indirizza culturalmente l’ONJGT, è un musicista di grande progettualità, che ha sviluppato un linguaggio jazzistico originale ed europeo, distinguendosi per la capacità di far vivere l’estetica del jazz in contesti differenti da quelli tradizionali che, nell’ambito orchestrale, l’hanno visto protagonista sia nell’Italian Instabile orchestra che, come direttore, nella francese Orchestre National De Jazz.

giovedì 19 luglio

TULLIO SOLENGHI

IL DUELLO PER ELENA canto III

ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

progetto e regia Sergio Maifredi produzione Teatro Pubblico Ligure

direttore di produzione Lucia Lombardo consulenza letteraria Giorgio Ieranò e Matteo Nucci

ILIADE fa parte del progetto Iliade Odissea Eneide Un racconto mediterraneo e va in scena dal 2011 nei siti archeologi e nei teatri antichi d’Italia grazie a STAR - Sistema Teatri Antichi Romani, progetto del Teatro Pubblico Ligure nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi: Parole antiche per pensieri nuovi. ILIADE è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. ILIADE è il poema dell’ira. Dell’ira nera, suicida, che fino a che permane porta autodistruzione. ILIADE è il poema della forza. Iliade è il poema della guerra. Di tutte le guerre, non diverse oggi dai tempi di Omero.

L'esercito greco e l'esercito troiano si fronteggiano. Paride, il rapitore di Elena e Menelao, il marito tradito si fronteggiano. Paride ha paura di fronte a Menelao ma Afrodite salverà Paride da morte certa. Vi sono in questo canto sparizioni e fughe assolutamente comiche, come comica risulta la furia di Menelao intento ad inseguire Paride mentre questi, con la complicità di Afrodite, si rifugia, vigliaccamente, nel letto di Elena: Tullio Solenghi, maestro di comicità ed eleganza restituisce i versi in modo inedito.

venerdì 20 luglio

CALIBRO 35

DECADE TOUR

Dopo essere stati campionati da Jay-Z e Dr. Dre, aver condiviso il palco con artisti come Muse, Sharon Jones, Sun Ra Arkestra e Thundercat, aver dato nuova vita a un importante filone di genere della tradizione musicale italiana ed esplorato lo spazio, i CALIBRO 35 si aprono definitivamente a una contemporaneità che non ha barriere geografiche, grazie a un istinto artistico che permette loro di muoversi fluidamente in una metropoli postmoderna, una città globale e multietnica fatta di infiniti grattacieli, che potrebbe essere in qualsiasi parte del mondo di oggi o del prossimo futuro.

giovedì 26 luglio

GIUSEPPE CEDERNA

LA MORTE DI ETTORE canto XXII

ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

progetto e regia Sergio Maifredi produzione Teatro Pubblico Ligure

direttore di produzione Lucia Lombardo consulenza letteraria Giorgio Ieranò e Matteo Nucci

ILIADE fa parte del progetto Iliade Odissea Eneide Un racconto mediterraneo e va in scena dal 2011 nei siti archeologi e nei teatri antichi d’Italia grazie a STAR - Sistema Teatri Antichi Romani, progetto del Teatro Pubblico Ligure nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi: Parole antiche per pensieri nuovi. ILIADE è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. ILIADE è il poema dell’ira. Dell’ira nera, suicida, che fino a che permane porta autodistruzione. ILIADE è il poema della forza. Iliade è il poema della guerra. Di tutte le guerre, non diverse oggi dai tempi di Omero. È forse il canto più famoso dell’intera Iliade. Ettore ha ucciso Patroclo, l’amico fraterno di Achille e sa di aver firmato la propria condanna a morte. Achille che fin dal primo libro dell’Iliade, sopraffatto dall’ira contro il suo condottiero Agamennone, si era ritirato dalla lotta, rientra in battaglia per vendicare l’amico ucciso. Troverà Ettore sotto le mura troiane. Ettore vorrebbe rientrare in città ma comprende che sarebbe da vigliacchi. Il padre, la madre, la sposa ed il figlio sono lì, sulle mura e guardare il duello, supplicandolo di rientrare. Achille non accetta patti di sorta. E al corpo ucciso infliggerà strazio, legandolo per i piedi e trascinandolo più volte attorno alla città, negandogli la sepoltura.

mercoledì 1 agosto

Orchestra da Camera Fiorentina

Direttore GIUSEPPE LANZETTA

MUSICHE DAL GRANDE SCHERMO

Tromba solista: Raffaele Chieli

Oboe solista: Davide Guerrieri

Pianoforte: Eugenio Milazzo

Musiche di MORRICONE, BAKALOV, Piovani E Rota

giovedì 02 agosto

MADDALENA CRIPPA

I GIOCHI PER PATROCLO canto XXIII

ILIADE UN RACCONTO MEDITERRANEO

progetto e regia Sergio Maifredi produzione Teatro Pubblico Ligure

direttore di produzione Lucia Lombardo consulenza letteraria Giorgio Ieranò e Matteo Nucci

ILIADE fa parte del progetto Iliade Odissea Eneide Un racconto mediterraneo e va in scena dal 2011 nei siti archeologi e nei teatri antichi d’Italia grazie a STAR - Sistema Teatri Antichi Romani, progetto del Teatro Pubblico Ligure nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi: Parole antiche per pensieri nuovi. ILIADE è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. ILIADE è il poema dell’ira. Dell’ira nera, suicida, che fino a che permane porta autodistruzione. ILIADE è il poema della forza. Iliade è il poema della guerra. Di tutte le guerre, non diverse oggi dai tempi di Omero.

Achille indice i giochi funebri per onorare l’amico ucciso. Per giorni i guerrieri achei si sfideranno nella corsa, nella lotta, nel lancio del giavellotto, per misurare il proprio valore e rendere omaggio all’eroe caduto. Sulla tomba di Patroclo, Achille, l’eroe protagonista della prima opera della letteratura occidentale, sgozzerà, in sacrificio, dodici nobili prigionieri troiani. La guerra ha i suoi riti e le sue crudeltà che ritornano

domenica 22-29 luglio 5 agosto ore 21.00

IL CINEMA DELL’ANIMA

TRE VIAGGI ALLA RICERCA DEL SÉ

MEDITAZIONE

Walk with me - il potere del Mindfulness di Marc Francis e Max Pugh (94 min)

SPIRITUALITÀ

Sei vie per Santiago di Lydia B. Smith (84 min)

YOGA

Il sentiero della felicità (Awake: the life of Yogananda) di Paola di Florio e Lisa Leeman (87 min)

dal 6 al 19 agosto

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionefirenze@ilsitodifirenze.it