firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Intervista

Pablo Daniel Osvaldo: "Prandelli voleva che restassi alla Fiorentina"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
foto tratta da calciomercato.it

In una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, Pablo Daniel Osvaldo, ex giocatore Viola rimasto nel cuore dei tifosi Gigliati (suo il gol del definitivo 3 a 2 a Torino che regalò la vittoria della Fiorentina sulla Juventus all'ultimo secondo e sua la rovesciata, sempre a Torino ma contro i Granata, che consentì la qualificazione alla Champions League) parla anche di Firenze e di Cesare Prandelli che lo ha convocato nella Nazionale Azzurra nelle ultime due occasioni.

Oggetto sconosciuto

Ecco gli estratti in questione:

È forte anche Di Natale che ora deve affrontare: può rubarle il posto in Nazionale?

"È un grande. Anche in Spagna è conosciuto. E' diventato un grande finalizzatore, ma il posto non è mio: in Nazionale ci va chi sta meglio, anche perché all’Europeo andiamo per vincere. Certo, quando sono arrivato in azzurro sono rimasto un po’ sorpreso, in quel momento non me l’aspettavo. Con Prandelli però ho sempre avuto un buon rapporto. A Firenze lui voleva tenermi".

Lei canta pure l’inno: sorpreso dalle polemiche leghiste sul suo arrivo in Nazionale?

"Guardi che conosco anche l’inno argentino... Meglio non dare importanza a gente che non lo merita. Certe polemiche sono fatte solo per prendere voti".

 

Roma a parte, la sua Italia: Bergamo, Lecce, Bologna e Firenze.

"A Bergamo sono stato poco; Lecce è una città bellissima, che mi ha dato tanto. Firenze è spettacolare, unica. Mi dispiace di avere sbagliato atteggiamento quando sono andato via. A Bologna non mi sono trovato bene, ma è perché in campo stavo male. Anzi, con Mihajlovic mi trovavo, poi con Colomba non c’era feeling".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]