firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Studio Università di Stanford

Prevedere chi saranno i nuovi amici di Facebook? Da oggi si può

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Metà degli amici che entreranno a far parte della tua cerchia di contatti su Facebook è già scritta nel futuro. Non lo dice un indovino con la sfera di cristallo, ma lo studio di un cervellone dell'Università di Stanford che per questa ricerca ha pure vinto una borsa di studio di Microsoft.

Il caso non esiste - I dati dimostrano che l'arrivo di un nuovo amico

su Facebook è meno casuale di quello che pensiamo. A dirlo è Jure Leskovec, un assistente universitario presso la facoltà di informatica a Stanford. Con le informazioni e gli strumenti giusti è possibile prevedere chi sarà il prossimo amico che busserà alla tua porta del social. Tutti lasciamo delle tracce sul web ed è proprio analizzando queste informazioni che è possibile analizzare i comportamenti delle persone online e addirittura prevederli.

Presto amici - Leskovec ha studiato i dati provenienti dalle reti sociali. La ricerca ha dimostrato che, analizzando le informazioni personali degli utenti, la loro comunicazione e le attività svolte su Facebook, è possibile nel 50% dei casi “indovinare” in anticipo chi avrebbero aggiunto alla loro lista di amici. E Leskovec è convinto che, affinando queste tecniche di analisi, il tasso di previsione potrebbe aumentare ulteriormente. (gt)

 

 

Fonte: Silvia Ponzio - JackTech

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]