firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Lutto cittadino

I volti delle vittime della mattanza razzista

"Un giorno di dolore incredibile, che semina disperazione in un’intera comunità"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Samb Modou, 40 anni, e Diop Mor, 54 anni, sono le vittime della lucida follia omicida di Gianluca Casseri, ammazzati nella tarda mattinata di ieri in Piazza Dalmazia. Il primo, abitava a Sesto Fiorentino in via Puccini, l'altro, in via Primo Settembre. In piazza Dalmazia, Casseri ha anche ferito Moustapha Dieng, 34 anni, ora in prognosi riservata a Careggi, rischia di rimanere paralizzato, e, in San Lorenzo, Sougou Mor 32 anni, e Mbenghe Cheike, 42 anni.

Tutti e cinque sono senegalesi, da Dakar arriva indignazione: "Faremo piena luce sulla vicenda e sarà fatto ogni sforzo per prendere le misure necessarie". Intanto Firenze si è stretta attorno alla comunità africana per ribadire la propria tradizione di accoglienza e tolleranza, migliaia i messaggi di cordoglio sui social network e sul luogo del delitto da parte di comuni cittadini.

Nel Salone dei 500 invece c'è stata la manifestazione di cordoglio per le vittime della mattanza razzista, alla presenza delle autorità civili e religiose. Bandoni abbassati, banchi del mercato chiusi e un minuto di raccoglimento per il giorno di lutto cittadino proclamato dal sindaco Matteo Renzi. "Questo -dichiara il sindaco - è un giorno che Firenze non avrebbe mai voluto vivere, un giorno di dolore incredibile, che semina disperazione in un’intera comunità".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]