firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Mihajlovic incapace di dare carattere alla squadra

Bari-Fiorentina: risultato finale 1 a 1

In rete Gilardino che segna il duecentesimo gol, replica Ghezzal
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Bari-Fiorentina: partita ostica e non dal risultato scontato, come ha sottolineato ieri Sinisa Mihajlovic nell'ultima conferenza stampa. Osservando la classifica non ci dovrebbe essere storia, ma quando non si ha più niente da perdere giocare al calcio diventa più facile...La Fiorentina, però, non ha alibi: la vittoria è un obbligo e visti i risultati delle partite disputate ieri e nel lunch match odierno, i tre punti consentirebbero di scavalcare Genoa e Bologna.

Ecco le formazioni ufficiali dirette dall'arbitro Guida.

Bari: Gillet(C), Raggi, A. Masiello, Glik, Parisi; Romero, Codrea, Gazzi, Bentivoglio; Castillo, Huseklepp. A disp: Radell, Rinaldi, Donati, Ghezzal, Kofunek, Okaka, Alvarez. All: Mutti.

Fiorentina: Boruc, Comotto, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Donadel, Montolivo(C); Ljajic, Mutu, Gilardino. A disp: Neto, Vargas, Babacar, D'Agostino, Cerci, De Silvestri, Camporese. All: Mihajlovic.

Giornata soleggiata, temperatura attorno agli 11 gradi, ma stadio semideserto. Un centinaio di sostenitori gigliati sventolano bandiere viola.
Al secondo minuto Romero prova il blitz in area Viola, batti e ribatti, ma l'azione sfuma. L'avvio del Bari è pressante, al nono minuto zero azioni offensive da parte della Fiorentina in area avversaria. All'undicesimo bello scambio al limite dei sedici metri e conclusione mancina di Ljajic che esce alta sopra la traversa, al sedicesimo lo stesso tenta un cross dalla destra ma inspiegabilmente fa una figura da partita tra scapoli e ammogliati: peccato per gli avanti gigliati che erano ben posizionati in area. Il Bari è veramente poca cosa, ma l'imprecisione della Viola non consente di ottenere facilmente il vantaggio. Al ventesimo Gilardino suona il violino e con un capolavoro, su lancio di Montolivo, batte di sinistro Gillet: duecentesimo gol per il bomber di Biella! I biancorossi tentano una timida reazione, ma i fischi del pubblico non aiutano. Al minuto ventiquattro primo giallo del match per Codrea. La Fiorentina sembra cercare il colpo del KO, mentre i sanniti sembrano piuttosto disorientati. Al minuto trentatré Comotto crossa dal fondo e Mutu tenta la girata in semirovesciata, ma la sfera esce di poco a lato.
Ultimi cinque minuti di gioco senza particolari occasioni da annotare da entrambe le parti tranne un giallo per Cesare Natali.
Termina il primo tempo sul risultato di uno a zero per la Viola con il solo rammarico di non essere riusciti a chiudere la partita con una seconda rete.


Un solo imperativo: chiudere al più presto lo scontro segnando il due a zero prima che in questo secondo tempo i biancorossi prendano coraggio.
Bortolo Mutti schiera in campo Rinaldi al posto di Raggi. Impietosi fischi per Castillo, uno dei pochi giocatori pugliesi che dimostra impegno e cori dei tifosi che intonano “Andate a lavorare”.
Comotto sta disputando un'ottima prestazione, al decimo del secondo tempo si prende un giallo, ma è ancora insuperato: muraglia! Massimo Donati rileva Bentivoglio infortunato (11°). Mihajlovic regala circa mezzora a Vargas che sostituisce Ljajic. Al trentunesimo Boruc rischia di combinare una frittata: su rinvio colpisce Donati e la palla rimbalza davanti alla porta, ma scavalca la traversa. La Fiorentina è incapace di organizzare una manovra offensiva precisa e solo un'altra giocata da campione, come quella fra Montolivo e Gilardino, sembra poter regalare il doppio vantaggio, ma il Bari non sta a guardare e quando si spinge in avanti lascia un solo uomo a difendere. Al ventiduesimo Cerci rileva Mutu, subito dopo Vargas si libera con una magia di un difensore e mette in area un cross dei suoi che per questione di centimetri non viene deviato in porta da un gigliato. Fuori Romero e dentro Ghezzal (26°). Ad un quarto d'ora dalla fine l'atteggiamento della Viola sembra quello dello scorso giovedì durante la partitella di allenamento con gli Allievi...All'ottantesimo il pubblico barese si esibisce nella panolada sventolando fazzoletti bianchi.
Due minuti dopo, l'insuperabile Comotto rischia un clamoroso autogol, ma Boruc si esibisce nella prima vera e propria parata della partita. A sei dal novantesimo fuori Behrami e dentro Camporese. A quattro dalla fine Ghezzal raccoglie un pallone dal limite dei sedici metri e piazza un imparabile tiro al sette: quella che sulla carta doveva essere una partita facile per i Viola, si è trasformata nell'ennesima vergognosa mancanza di carattere. Dopo quasi seicento minuti il Bari ritorna a segnare al San Nicola. Cinque minuti di recupero e triplice fischio finale: dopo ventisette giornate di campionato Sinisa Mihajlovic si è dimostrato assolutamente incapace di dare un barlume di gioco alla Fiorentina e, a meno di mosse autolesioniste da parte della Società, risulta chiaro che non possa essere l'allenatore per la prossima stagione.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]